Android Pay su Android M è il piatto forte di Google I/O

Mobile OsMobility
Android Pay su Android M: il piatto forte di Google I/O
2 0 Non ci sono commenti

Android Pay è una piattaforma aperta, che lavorerà in 700.000 negozi (fra cui Macy’s, Bloomingdale’s eccetera) e supporterà i pagamenti in-app

Google introduce Android M (in arrivo nel terzo trimestre) alla conferenza sviluppatori. A Google I/O, il motore di ricerca di Mountain View spiega che M migliora la “core user experience” e scommette sulla qualità “end to end”.

Android Pay su Android M: il piatto forte di Google I/O
Android Pay su Android M: il piatto forte di Google I/O

Sono sei le novità importanti: App Permissions (i permessi scendono a 8: l’app di messaggistica, per esempio, vi chiederà di usare il microfono solo la prima volta); Web experience; Chrome diventa un browser in-app (con tanti chrome dentro Chrome, con supporto alle password salvate e all’autocompletamento eccetera); App Links (“intent system” consente alle apps di linkarsi una all’altra); Chrome Custom Tabs migliora l’integrazione del browser Chrome nell’app. Paragonando M a Lollipop, il nuovo Android ha un’autonomia doppia. La ricarica è da 3 a 5 volte più veloce. Android M permette anche di ricaricare un altro dispositivo.

Ma il piatto forte è Android Pay, una piattaforma aperta, che lavorerà in 700.000 negozi (fra cui Macy’s, Bloomingdale’s eccetera) e supporterà i pagamenti in-app. Android Pay sfrutta la tecnologia NFC e Host Card Emulation. Gira anche su KitKat 4, ma funziona meglio sulla versione M.

Android Pay è semplice da usare: l’utente tocca il sensore Impronta digitale, che sblocca lo smartphone. Il telefono effettuerà uno scambio sicuro NFC con il terminale di pagamento e l’operazione è completata.

I pagamenti mobili, secondo Gartner, rappresentano un mercato globale da 720 miliardi di dollari di valore dal 2017. In crescita rispetto ai 235 miliardi di dollari dell’anno scorso.

Presto non avremo più bisogno di portare contanti o carte in giro e il nostro smartphone si trasformerà in un portafoglio mobile. Ma quanto ne sai del mondo dei pagamenti “mobili”? Mettiti alla prova con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore