AziendeManagementMarketingMobile OsMobilityNomine

Andy Rubin, co-fondatore di Android, lascia Google

Andy Rubin, co-fondatore di Android, lascia Google
0 0 Nessun commento

Andy Rubin, passato da Android (il business mobile di cui è stato co-fondatore) alla robotica, lascia Google per fondare startup interessate a costruire prodotti hardware ad alto tasso di IT

L’addio a Google da parte di Andy Rubin, co-fondatore di Android, un OS che oggi domina il mercato Mobile (Android nel mercato smartphone domina con circa l’70% di market share globale), è una partenza pesante, che arriva pochi giorni dopo l’allargamento dei poteri di Sundar Pichai.Andy Rubin, passato da Android (il business mobile di cui è stato co-fondatore) alla robotica, lascia Google per fondare startup interessate a costruire prodotti hardware ad alto tasso di IT. Al posto di Rubin, a capo della robotica, arriva James Kuffner.

Nel frattempo il suo Android fa progressi. Il Ceo di Google, Larry Page ha già definito Android “il futuro” dell’azienda: e in effetti Android sta colonizzando tutto, dalla Wearable tech con Android Wear per smartwatch, all’automotive con Android Auto fino ad Android Tv, senza dimenticare Android One per gli smartphone low-cost in India e nei mercati emergenti. Android, giunto alla versione 5.0 Lollipop, ha superato l‘85% nel mercato smartphone, ma ha scavalcato anche iOS nel mercato tablet. Google acquisì la startup Android nel 2005, portando Andy Rubin a Mountain View.

Sundar Pichai, veterano di Google e già sviluppatore del browser Chrome, di recente promosso al vertice di Android, sta scalando i gradini di Google, tanto che c’è chi dice che potrebbe un giorno aspirare al ruolo di Ceo, quando Larry Page lasciasse il timone. Pichai presiederà un maggior numero di prodotti di Google: ricerca online, mappe, il socal network Google+, commercio, advertising ed infrastruttura. Il Ceo del motore di ricerca di Mountain View, Larry Page, sta ampliando il raggio d’azione del top manager Sundar Pichai, che conquista la leadership di numerosi prodotti dell’azienda. Il Ceo Larry Page potrà così focalizzarsi meglio sulla strategia a lungo termine per un’azienda che ha superato i 50 miliardi di dollari di fatturato.

Andy Rubin, co-fondatore di Android, lascia Google
Andy Rubin, co-fondatore di Android, lascia Google

ITespresso è il sito di tecnologia dedicato a tutti coloro che sono appassionati dei trend del mercato IT, non solo di nuovi prodotti (smartphone, tablet, app innovative…) ma anche dei fenomeni che stanno cambiando il modo di lavorare: virtualizzazione, collaboration, cloud, byod. Attento alle innovazioni apportate dal mondo social, ITespresso guarda con interesse le dinamiche dei social network, da Facebook a Google, dando consigli e strumento concreti anche alle piccole e media imprese per utilizzare l’IT a vantaggio del business.

Seguici