Andy Rubin (Google): 850 mila attivazioni Android al giorno e mezzo milione di apps

AziendeMarketingMercati e FinanzaMobile OsMobilityWorkspace
Anche AMD apre a Dual Os e al 4K

Andy Rubin, che guida il progetto Android presso Google, dà i numeri dell’OS: 850 mila attivazioni Android al giorno, 300 milioni di dispositivi di cui 12 milioni di tablet. Sono 450 mila le apps in download da Android Market

Andy Rubin, che guida il progetto Android presso Google, è al Mobile World Congress di Barcellona. Rubin ammette che i tablet Android hanno un po’ deluso le aspettative rispetto all’iPad, tuttavia afferma che 12 milioni di tablet Android non sono una cifra insignificante. Andy Rubin ha aggiornato i numeri dell’OS di Google: 850 mila attivazioni Android al giorno (contro le 550.000 di novembre), i dispositivi hanno totalizzato 300 milioni di unità, di cui 12 milioni di tablet (nel conto sono esclusi i circa 5 milioni di  Kindle Fire che non includono i servizi di Google). Se Android è la prima piattaforma al mondo nel mercato smartphone, bsogna capire il “fenomeno Android”. Fra i tablet Android i più venduti sono i Samsung Galaxy Tab. Fra le apps, Rubin osserva che le applicazioni sono 450 mila le apps in download da Android Market, in crescita dalle 160 mila di un anno fa (e ormai hanno colmato il gap con le circa 550 mila apps di Apple App Store).

I Nexus non sono diventati popolarissimi come altri smartphone Android (pensiamo ai 20 milioni di Galaxy S 2 di Samsung), però Google vede in positivo le tendenze di tecnologie differenti che si intersecano. Android non è nato per modificare le dinamiche dell’industria, ma per essere un ecosistema che permette ai vendor di costruire le loro soluzioni complete.

Ma perché Android non ha sfondato sui tablet? Rubin spiega il suo autorevole punto di vista: Android su tablet non viene ancora riconosciuto come “una piattaforma praticabile per i consumatori“. Invece Google vuole che gli utenti consumer guardino ai tablet come parte dell’ecosistema Android, altrettanto affidabili e organizzati. Google deve dunque spiegare meglio agli utenti quale ecosistema acquistano, ma Andy Ruin spera che da quest’anno arrivino apps di elevata qualità anche sui tablet Android, per poter competere con l’ecosistema Apple e quello Microsoft. Gli sviluppatori Android devono imparare a diversificare le apps per le diverse interfacce: le apps per tablet sono diverse dalle apps per smartphone. La responsabilità di Google consiste nell’evangelizzare la piattaforma e mostrare ottimismo verso i tablet Android, di cui sono state vendute 12 milioni di unità contro i 50 milioni di iPad(di cui 15 milioni solo nell’ultimo trimestre). Se gli sviluppatori Android si faranno i muscoli e realizzeranno grandi apps per i tablet Android, l’OS di Google può recuperare in fretta anche in questo mercato.

Andy Rubin (Google) dà i numeri di Android
A MWC 2012 Andy Rubin (Google) dà i numeri di Android
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore