Aneddoti sui malware da Panda Software

Sicurezza

L’azienda racconta curiosità sui codici maligni apparsi nei primi sei mesi
del 2006

Nei primi sei mesi del 2006, Panda Software ha rilevato una diffusione notevole di codici maligni, nonostante non si siano verificate epidemie significative. Questa situazione è la conseguenza della nuova dinamica del malware che ha come principale obiettivo il guadagno economico.I criminali cibernetici cercano di installare le proprie creazioni nascondendole nel sistema, per non destare alcun sospetto agli utenti e alle aziende che si occupano di sicurezza It. Proprio a seguito di questa nuova strategia, un elevato numero di nuovi codici maligni entra in circolazione ogni giorno, soprattutto quelle varianti ideali per ottenere un ritorno economico, come lo spyware, i bot e i Trojan keylogger. Tra le nuove specie apparse, alcune si contraddistinguono non tanto per la loro capacità di diffusione o di furto di dati bancari, bensì come aneddoti curiosi. Panda Software, traendo spunto dalle loro divertenti caratteristiche, presenta una lista delle varianti più singolari comparse durante i primi sei mesi del 2006: il premio del più sexy va al worm Tearec.A, meglio conosciuto come Kamasutra; Bagle.IB con i suoi 525 processi differenti è il più metodico; il virus multipiattaforma Biwili.A è il più schizofrenico; BlackAngel.B mostrando una vera immagine di film horror è il più spaventoso; il più lussurioso è PornMagPass; il più sportivo Sixem.A.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore