Angry Birds traina il boom del gaming finlandese: piccole start-up crescono

AziendeMarketingStart Up
Il mercato del Mobile gaming cresce

In Finlandia si sta creando l’ecosistema giusto per far crescere start-up. Merito di Rovio, il campione di download con le apps di Angry Birds. Dai tagli di Nokia, le start-up guadagnano talenti straordinari

Una volta la Finlandia era sinonimo di Nokia, ma da quando Nokia è sotto ristrutturazione, nel difficile passaggio da Symbian a Windows Phone, ad emergere come start-up dalle forti potenzialità è Rovio, l’azienda di Angry Birds, l’app più scaricata su iPhone, Android e di recente anche Windows Phone 8. Angry Birds, con tutte le sue versioni di gioco (l’ultima è una strepitosa edizione Star Wars) traina il boom del gaming finlandese, tanto da attirare gli investitori di venture-capital verso il Paese nordico in cerca del prossimo successo. E la next hit potrebbe essere “Clash of Clans,” “Hay Day” e “Hill Climb Racing“: ognuno di questi giochi ha registrato milioni di download.

Rovio è in espansione al ritmo del 57% di incremento annuo. In un Paese da 5 milioni di abitanti, Rovio rappresenta la possibilità di diversificare, mentre Nokia cerca la sua strada nel mercato Mobile. Ma non è facile competere: Nokia un tempo generava il 4% del PIL finlandese. Un’azienda di gaming, ha tanta strada da percorrere, prima di raggiungere simili traguardi. Rovio ha però attratto nel 2011 42 milioni di dollari di investimenti da venture capital, mettendo anche Supercell (autore di “Clash of Clans”) e Grey Area (creatore di “Shadow Cities”) sulla via giusta. In Finlandia si sta creando l’ecosistema giusto per far crescere start-up.

Ovelin che, con solo 12 dipendenti, realizza apps di edu-tainment afferma di non aver bisogno di Nokia: il gioco per insegnare a suonare la chitarra WildChords è ai primi posti della classifica musicale in 34 Paesi.

Dai licenziamenti di Nokia, le start-up guadagnano talenti straordinari, che poi aiutano a dar vita a un ecosistema ricco e florido di ingegneri ed esperti di Mobility. Il mercato intorno al gaming mobile sta davvero crescendo, e 30 milioni di euro di fondi venture sono stati investiti in startup finlandesi promettenti, come Remedy Entertainment, gli sviluppatori di “Max Payne” e “Alan Wake,” che per la rivista Time hanno battuto “Angry Birds” nel 2010. Remedy ha anche lavorato per Microsoft Xbox 360, e ha venduto 10 milioni di copie di “Death Rally”.

Ma quanto guadagna una startup di successo? Vendendo apps, cifre modeste. Ma se ciò che genera dalle vendite del gaming mobile è limitato, si aprono vaste praterie in altri settori: l‘advertising e le funzionalità in-game fanno crescere i ricavi; a far impennare il fatturato è poi il merchandise (le T-shirt di “Angry Birds”, giocattoli e caramelle sono popolarissimi). Ma al centro del successo di Tovio, ci sono soprattutto esperti di marketing: il 30% dei ricavi del produttore di Angry Birds (100 milioni di dollari l’altro anno) arrivano da merchandising e licensing. Gli esperti di marketing hanno costruito “Angry Birds” come un brand. E Rovio oggi è valutata fra 6-9 miliardi di dollari, contro i 10 miliardi di dollari di capitalizzazione di Nokia. La start-up di Angry Birds quest’anno fatturerà 500 milioni di dollari.

Secondo International Game Developers Association, il mercato finlandese di gaming è cresciuto del 57% nel 2011 a quota 165 milioni di euro: solo Supercell fattura mezzo milioni di euro al giorno grazie a “Clash of Clans” e “Hay Day”, anche se Apple trattiene per sé il 30% del fatturato. GuitarBots, un gioco per insegnare a suonare la chitarra, ha perfino avuto il pubblico sostegno del primo ministro Jyrki Katainen . Segno che anche la politica sta guardando alle start up con crescente interesse. Anche perché Helsinki sta diventando un hub del settore, un’industria che impiega 1,500 dipendenti in Finlandia quest’anno, in crescita dai 1,064 del 2010.

Angry Birds Star Wars: con Rovio, piccole start-up crescono
Angry Birds Star Wars: con Rovio, piccole start-up crescono
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore