NOTIZIE

Angry Birds vale 9 miliardi di dollari

Angry Birds è valutata 9 miliardi di dollari

Rovio, il produttore del fortunatissimo gioco per smartphone e tablet Angry Birds, valuta l’IPO dalle uova d’oro. I numeri del fenomeno del produtto finlandese

Facebook sta per sbarcare in Borsa, e LinkedIn posta trimestrali in crescita dimostrando che la S-economy non è una bolla 2.0 ma è solida. Dopo LinkedIn e Zynga, anche Angry Birds prende sempre più in considerazione l‘ipotesi dell’IPO: la quotazione in Borsa di Rovio Entertainment è possibile. Rovio ha visto i ricavi crescere a 100 milioni di dollari, ed Angry Biurds potrebbe valere 9 miliardi di dollari.

Angry Birds realizza apps per smartphone e tablet, ma è anche un’applicazione per Facebook. Fondata nel 2003, Rovio è diventata un “fenomeno globale” nel 2009 quando è diventata una delle apps più scaricate su iPhone.

Con 800 milioni di download, la finlandese Rovio a fine 2011 contava 200 milioni di utenti attivi mensilmente, quasi quanto i 240 milioni di Zynga, il produttore di Farmville Cityville. Il Ceo Mikael Hed ha promesso nuovi titoli nel 2012, compreso un titolo non legato agli “uccellini arrabbiati”.

Rovio nel 2011 riportava profitti, prima delle tasse, pari a 48 milioni di dollari su 75.4 milioni di euro, pari a un margine del 64%. Nel 2010 il fatturato ammontava a circa 10 milioni di dollari.

Angry Birds vale 9 miliardi di dollari

Angry Birds vale 9 miliardi di dollari

ITespresso
Autore: ITespresso
ITespresso ITespresso ITespresso

I contenuti di Itespresso.it sono disponibili su Google Currents: iscriviti adesso!

Commenti




0 Commenti su Angry Birds è valutata 9 miliardi di dollari

Lascia un Commento

  • I campi obbligatori sono contrassegnati *,
    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>