Anno nuovo… Apple nuova

Management

In anticipo rispetto alla data annunciata, ecco i nuovi computer basati su architettura Intel. Novità anche per il software e per l’iPod

Steve Jobs, Ceo e anima stessa di Apple, ha sorpreso tutti, presentandosi al MacWorld con i nuovi computer basati su processori Intel: un iMac e un portatile. L’annuncio è stato dato assieme al grande capo di Intel, Paul Otellini. Si tratta in effetti di un cambiamento importante che potrebbe aprire interessanti opportunità per il mondo Mac. Nei mesi passati, in casa Apple si era fatto chiaramente intendere che il passaggio dai processori PowerPc di Ibm a Intel era frutto di una scelta strategica di grande rilevanza. La tecnologia Intel poteva, e può, assicurare, uno sviluppo maggiore secondo i vertici della Apple. Il cuore dei nuovi apparecchi è costituito dal processore Intel Core Duo che vanta qualità di gran lunga superiori al precedente Ibm, e consente a iMac di raddoppiare le prestazioni. Inoltre comprende la videocamera iSight integrata, pronta all’uso per le videoconferenze, e l’interfaccia intuitiva FrontRow. Sono disponibili due diverse versioni, una con Lcd da 17”, l’altra da 20, con capacità hard disk rispettivamente da 160 e 250 Gb, Ram da 512 Mb entrambe, e velocità da 1,83 e 2,0 GHz. L’iMac, dal design particolare, con computer integrato nello schermo stesso, si propone come soluzione multimediale con una velocità operativa di altissimo livello. Grazie al telecomando fornito di serie, è possibile comandare il computer da una distanza di ben 9 metri. Mentre l’ingresso mini-Dvi consente di collegare l’iMac agli schermi Apple Cinema Hd da 23”, aumentando in questo modo lo spazio a disposizione e usufruendo di una qualità ancora maggiore. Il portatile MacBook rappresenta una svolta importante per Apple. Le caratteristiche sono piuttosto elevate, e rispetto ai vecchi modelli G4, le prestazioni aumentano di quattro volte. Dimensioni e peso sono particolarmente contenuti, appena 2,54 cm di spessore e 2,5 chilogrammi. Come l’iMac, il notebook propone una telecamera iSight integrata, interfaccia Front Row e comando a distanza. Due le versioni, con schermi da 15 e 15,4”, con una luminosità migliorata del 67%, paragonabili per qualità ai prestigiosi Cinema Display. È stata rinnovata anche l’architettura di sistema. Oltre ai processori dual core Intel, i Mac- Book offrono un bus frontside a 667 MHz e una memoria SDRam Ddr2, sempre a 667 MHz, espandibile sino a 2 Gb, e scheda grafica Ati Mobility Radeon X1600 basata su Pci Express. Ampia la disponibilità di connessione, che include collegamento Bluetooth e WiFi. È stato inoltre inserito un particolare sistema, Sudem motion sensor, in grado di proteggere il disco rigido in caso di caduta o urto. L’iMac e il MacBook utilizzano il sistema operativo Mac OS X Tiger versione 10.4.4 con diversi applicativi inclusi, tra i quali Safari, Mail, iCal e Photo Booth. Per garantire la compatibilità con i software progettati per i processori PowerPc, il sistema si avvale della tecnologia Rosetta, che consente di usare gli applicativi in emulazione. Molte le novità anche sul versante dei programmi. La suite iLife è ora disponibile nella versione 06, e comprende gli aggiornamenti di iPhoto, iMovie Hd, iDvd e GarageBand. A questi si aggiunge una novità assoluta: un software dedicato alla realizzazione di siti, denominato iWeb. Non è necessario conoscere il linguaggio Html.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore