Annullata la causa contro MySpace

Autorità e normativeNormativa

Il giudice della US District Court for the Western district of Texas ha
accolto la mozione di MySpace per far cadere le accuse di negligenza e frode

UNA CORTE federale ha archiviato una causa per negligenza contro MySpace, intentata dalla famiglia di una ragazzina che è stata molestata sessualmente da un 19enne conosciuto tramite il sito. Stando a Associated Press, il giudice Sam Sparks della US District Court for the Western district of Texas, ha accolto la mozione di MySpace per far cadere le accuse di negligenza, frode e falsa dichiarazione. Il giudice Sparks ha detto che MySpace è protetto dalla natura del materiale postato sul sito dal Communications Decency Act (CDA) del 1996. Questa legge dice che i gestori di siti e altri servizi interattivi informatici sono protetti da cause che originano da comunicazioni indirette. Ha sottolineato il fatto che la ragazza ha mentito riguardo alla propria età quando si è registrata su MySpace. Ha finto di essere una diciottenne mentre aveva solo 13 anni, e si è registrata sul sito anche se l’età minima richiesta è 14 anni. La famiglia ha intenzione di ricorrere in appello.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore