Anonymous mette a KO la polizia italiana

CyberwarMarketingSicurezza
QUIZ - Sai chi è Anonymous?

Sferrato da Anonymous un attacco ai server del Cnaipic (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche). Otto Giga di dati riservati in Rete

Anonymous, dopo aver sferrato attacchi contro Monsanto e la Nato, butta giù i server della polizia italiana, colpendo il Cnaipic (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche). Dal blog di Anonymous Italy e da Twitter emerge che nell’azione (denominata “Legion of Anonymous Doom“) che ha colpito i server della polizia italiana, sarebbero stati sottratti documenti importanti che sono in via di pubblicazione in Rete: 8GB di dati informatici. Prossimamente saranno resi visibili i fascicoli sul dipartimento dell’Agricoltura Usa, Exxon Mobil, il ministero egiziano dei Trasporti e della Comunicazione, il ministero della Difesa australiano, la russa Gazprom, il caso Madoff e varie ambasciate.

I file documentano abusi condotti dall’agenzia, così come dalle altre task force anti crimine informatico in ambito europeo. Tra i file si legge di ricostruzioni di attacchi informatici condotti negli anni scorsi. Anonymous denuncia: “Abbiamo deciso di far trapelare tutto quello che è stato raccolto da quella task force cibernetica chiamata Cnaipic. Questa organizzazione corrotta ha raccolto prove da tutti i computer sequestrati e li ha utilizzati in operazioni illegali con agenzie di intelligence straniera e con le oligarchie per assecondare il loro desiderio di denaro e potere, mentre non le hanno mai usate per le indagini (…) Tutto il materiale è stato protetto per anni nei server con gente che aspetta un processo mentre il Cnaipic ha usato le prove per un gioco spionistico globale“.

Lulzsec e Anonymous stanno mettendo a soqquadro la Rete da mesi e, nonostante alcuni arresti, i gruppi hacker etici non sono stati affatto decapitati, e hanno alzato il tiro, con attacchi passati dai semplici Ddos (per mettere i server fuori uso) al trafugamento dei file per svelare “trame” non note al grande pubblico. Anonymous, il cui profilo è stato cancellato da Google+, sta realizzando un suo social network degli hacker: AnonPlus. Nelle scorse settimane aveva pubblicato “un manuale dell’hacking” per tutti.

Denunciati gli hacker di PayPal di Anonymous
Anonymous contro la polizia italiana
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore