Anteprima Cebit ? Linux secondo Novell

E-commerceMarketing

Novell presenta Open Enterprise Server e le soluzioni di Identity Driven. E rafforza le proprie alleanze e partnership

L’evento si intitola Novell = Linux + Identity al CeBIT 2005, Hall 1, Stand 3i1: qui l’azienda presenterà le proprie soluzioni per l’ottimizzazione dei processi e la riduzione dei costi. Oltre ai prodotti Linux, Novell presenterà anche le soluzioni per l’amministrazione e la gestione delle identità digitali. Presso lo stand Novell (Hall1, Stand 311), verrà fornita una panoramica completa del portfolio dell’azienda: dalle applicazioni e servizi di rete

cross-platform, alle soluzioni di collaboration, a quelle per la gestione delle risorse e di identity driven, fino alle soluzioni per la Pubblica amministrazione e per gli altri mercati verticali. Inoltre, Novell – in collaborazione con l’Università di Erlangen-Nuremburg – mostrerà un tool online che le aziende potranno utilizzare per valutare le trial Linux. Saranno presenti ben 34 partner insieme a Novell, e otto di questi presenteranno le loro soluzioni nel Solution Lab. Novell sarà anche presente nell’Intershop (Hall 5, Stand B18) nel Public Sector Park (Hall 9, Stand C98) e a fianco di SAP nel Linux Park (Hall 6, Stand H18). Novell mette in vetrina al Cebit: Soluzioni Identity Driven, modulo di Provisioning migliorato, Soluzioni platform, Linux per le PA (oltre a Hewlett Packard, tra i partner sono inclusi anche città tedesche e associazioni di distretto). Infine Tarantella e Novell presentano al CeBIT il Software Appliance Secure Global Desktop: il nuovo prodotto, già disponibile per l’acquisto, è una soluzione per l’accesso sicuro alle applicazioni, che include il software Tarantella Secure Global Desktop Enterprise Edition e Novell SUSE LINUX Enterprise Server 9. Grazie ad un wizard di installazione e configurazione semplice ed intuitivo, Secure Global Desktop Software Appliance fornisce accesso sicuro ed immediato attraverso un qualsiasi web browser alle applicazioni aziendali che girano su Linux, UNIX, Microsoft Windows e sui sistemi mainframe e AS/400. Esso rappresenta la soluzione, per piattaforma Linux, per accesso remoto via Web e la migrazione verso l’architetture Server Based delle applicazioni legacy, oltre ad essere uno strumento indispensabile per assicurare la continuità del business in scenari di disaster recovery.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore