Anteprima CES 2016 – I droni volano anche a idrogeno

Dispositivi mobiliMobility
Anteprima CES 2016 - I droni volano anche a idrogeno
1 2 Non ci sono commenti

Twitter ha appena depositato un brevetto, per controllare i droni con un Tweet da 140 caratteri. Amazon sta testando Prime Air per consegnare pacchi con i droni. Ma c’è forte attesa per i droni ad idrogeni, protagonisti al CES 2016

Le parole d’ordine dell’edizione 2016 della kermesse dell’elettronica di Las Vegas, sono visori per la realtà virtuale (o per la realtà aumentata come gli HoloLens di Microsoft), le auto connesse e a guida autonoma, ma anche i droni.

Anteprima CES 2016 - I droni volano anche a idrogeno
Anteprima CES 2016 – I droni volano anche a idrogeno

In futuro i droni rappresenteranno il mezzo di trasporto preferito per le consegne dei prodotti. Il colosso dell’e-commerce Amazon sta sperimentano Prime Air, un sistema di consegne via droni. Il drone che sta sviluppando Amazon ha alcune caratteristiche proprie: è un ibrido tra un elicottero ed un aereo, atterra e decolla in verticale, vola in orizzontale, ma soprattutto è in grado di trasportare pacchi. Questo è un drone, capace di volare a quasi 100 Km/h in un raggio d’azione di circa 24 Km. I clienti dovranno probabilmente affiggere un segnale sul terreno, con il logo di Amazon, per orientare il drone in fase d’atterraggio.

Ma se il video di Prime Air ha dimostrato che l’utilizzo dei droni in ambito civile è possibile e ha un futuro, al CES 2016 potremo toccare con mano la nuova frontiera dei droni.

Al CES 2016 saranno presenti 27 espositori contro i 4 dell’edizione del 2014, in un’area più ampia del 200% rispetto alla fiera del 2015. Del resto, è stato pubblicato il sito di registrazione online dell’americana Federal Aviation Administration (FAA), segno che il business dei droni entrerà nel vivo nel 2016.

Intelligent Energy sta svolgendo test da 14 mesi per risolvere il problema dell’autonomia dei droni, che attualmente volano per 20 minuti, ma la ricarica della batteria richiede dall’una alle due ore. I droni di Intelligent Energy, invece, sono alimentati con celle ad idrogeno oppure con un sistema ibrido batteria-idrogeno. Un drone a idrogeno potrebbe coprire ampie distanze: potrebbe essere sfruttato per ispezionare piattaforme off-shore, scattare foto aeree, consegnare pacchi.

Infine, c’è attesa per le presentazioni della cinese DJI e per il brevetto appena depositato dal micro-blogging Twitter, per controllare i droni con un Tweet da 140 caratteri.

  • I droni sono un fenomeno in crescita in molti settori. Quanto conoscete questo mondo volante? Misuratevi con un Quiz.
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore