Dispositivi mobiliMobility

Anteprima Mwc 2016 – Il chip interno sostituirà la Sim negli smartphone

Anteprima Mwc 2016 - Il chip interno sostituirà la Sim negli smartphone
3 29 1 commento

La fine delle Sim potrebbe essere uno dei piatti forte di Mwc 2016. Avrà un impatto sul roaming internazionale e sul cambio dell’operatore mobile

Alla prossima edizione del Mobile World Congress (Mwc 2016), la Sim potrebbe andare in pensione. L’addio alla Sim dagli smartphone potrebbe avvenire in due fasi, per sparire entro l’estate. Significa che gli utenti di telefonia mobile potranno cambiare operatore senza dover aspettare la ricezione della scheda: tutto sarà molto rapido, visto che ogni cliente potrà “mantenere” diversi operatori, abilitati però solo uno alla volta.

Anteprima Mwc 2016 - Il chip interno sostituirà la Sim negli smartphone
Anteprima Mwc 2016 – Il chip interno sostituirà la Sim negli smartphone

La scheda Sim, contenuta dentro i nostri smartphone, prima è stata messa a dieta (dalle micro-sim alle nano-sim), ma presto dovrebbe essere rimpiazzata da una Sim elettronica o eSim, un chip presente in ogni dispositivo mobile. Finisce l’era del vincolo fisico.

La transizione dalla Sim alla eSim, che potrebbe essere annunciata a Barcellona a Mwc 2016, al via dal 22 febbraio, dovrebbe prevedere due momenti: dapprima, il chip fisso sbarcherà su tutti i dispositivi mobile, tranne gli smartphone; nell’arco della prossima estate, la seconda fase riguarderà i telefonini intelligenti.

La fine delle Sim avrà un impatto sul roaming internazionale. Poiché l’utente potrà attivare diversi operatori, sarà in grado di selezionare il gestore più conveniente durante un viaggio, scegliendo anche un operatore locale.

Cisco prevede il boom del traffico mobile, che salirà a 366.8 exabyte dal 2020. Gli smartphone deterranno l’81% del traffico mobile. Nel complesso, Cisco stima che ci saranno 11.6 miliardi di dispositivi mobili nel 2020, in crescita rispetto ai 7.9 miliardi dell’anno scorso.

ITespresso è il sito di tecnologia dedicato a tutti coloro che sono appassionati dei trend del mercato IT, non solo di nuovi prodotti (smartphone, tablet, app innovative…) ma anche dei fenomeni che stanno cambiando il modo di lavorare: virtualizzazione, collaboration, cloud, byod. Attento alle innovazioni apportate dal mondo social, ITespresso guarda con interesse le dinamiche dei social network, da Facebook a Google, dando consigli e strumento concreti anche alle piccole e media imprese per utilizzare l’IT a vantaggio del business.

Seguici