ANTEPRIMA VIDEO: Sony Ericsson Xperia X10

MobilityWorkspace

Integrazione con i social media, gestione integrata di tutte le comunicazioni  e divertimento multimediale sono i biglietti da visita di Sony Ericsson per Xperia X10, il primo della collezione 2010 con Android

Xperia X10 significa per Sony Ericsson l’esordio nell’agone degli smartphone con Google Android, ma segna anche il nuovo indirizzo strategico per il vendor focalizzato, come spiega Maurizio De Palma, Head of Marketing Sony Ericsson, su tre concetti base: “L’integrazione e la sinergia con il mondo Sony, una spiccata Visual Identity e Open Culture”. In pratica Sony Ericsson vuole proseguire lo sviluppo di smartphone per tutti i principali sistemi operativi (Symbian, Windows Phone, Android etc.), con una strategia aperta, anche in attesa di vedere come evolve il mercato.

I modelli che saranno disponibili sul mercato nella prima metà del 2010 seguiranno questa idea. E tra questi c’è certamente Xperia X10, il cui rilascio è previsto per Febbraio 2010 a un prezzo intorno ai 500 euro.

Si tratta di uno smartphone di fascia alta. Supporta connettività Hsdpa e Hsupa, con fotocamera da 8,1 Megapixel, ovviamente Wifi e Bluetooth, ma anche ricevitore Gps integrato e, soprattutto, un display touch capacitivo da 4 pollici con risoluzione 480×854 in grado di consentire fluidità di selezione. Lo smartphone non è equipaggiato con l’ultima versione di Android 2.0, ma con la meno recente 1.6. Vanta però un ottimo processore a 1 GHz, quello Snapdragon visto per la prima volta sul Toshiba TG01 e che muove anche HTC HD2, che funziona con 1 Gbyte di memoria complessiva (sistema e storage) espandibile con le schedine microSD.

xperiax10_principale.jpg

Sony Ericsson Xperia X10

Punto di forza dello smartphone è l’interfaccia che poggia su due applicazioni principali: Timescape e Mediascape. Quest’ultima consente di gestire i processi con un contatto da un’unica schermata, con qualsiasi strumento siano avvenuti (sms, email, etc.). Da qui si gestiscono quindi anche gli scambi effettuati su Facebook, con Twitter, e anche le foto. Mediascape invece è invece l’applicazione per la gestione dei file multimediali. Ricordiamo che per i brani il repository d’elezione per Sony Ericsson è PlayNow. Interessante il riconoscimento delle connessioni tra le due applicazioni di contatti, contenuti e media. L’aggregazione di tutte le interazioni con un unico contatto è garantita da un pulsante logico sul touchscreen che Sony Ericsson chiama Infinite

Button.

Basato su Android lo smartphone Xperia X10 può arricchirsi di applicazioni via Android Market. E’ prevista la sincronizzazione nativa con Exchange, ma non ancora il merge delle foto dei contatti di Facebook con quelli del server di posta Exchange, possibilità già fornita da altri smartphone concorrenti. Ultima nota: Sony Ericsson sta lavorando per concludere accordi con gli operatori di telefonia mobile, in previsione del lancio dello smartphone a Febbraio. Resta un punto nodale per il successo della piattaforma Android la possibilità di usufruire di tariffe flat di connessione alla rete, sulla falsariga dei piani tariffari per iPhone, lo smartphone di riferimento con cui vale di confrontare anche questo Sony Ericsson Xperia X10.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore