Antitrust, anche Ftc punta il dito contro Intel

Autorità e normativeNormativa

La statunitense Federal Trade Commission accusa Intel di pratiche anticoncorrenziali nel mercato dei micro-processori per Pc

Dopo la maxi-multa Antitrust nella Ue (costata 1,25 miliardi di euro a Intel), la statunitense Federal Trade Commission (Ftc) punta l’indice contro Intel, accusata di sfruttare il suo dominio nel mercato ai fini di pratiche monopolistiche e anticoncorrenziali nel mercato dei micro-processori per Pc.

FTC accusa Intel di aver costretto IBM, Hewlett-Packard e Dell ad usare i suoi chip invece dei processori di Advanced Micro Devices (Amd).

Intel e Amd hanno patteggiato ad ottobre per mettere una pietra sopra il braccio di ferro antitrust che si trascina da anni. Intel paga a Amd 1,25 miliardi di dollar i.

In cambio della cifra ricevuta, Amd avrebbe dovuto mettere fine alle cause Antitrust contro Intel alla corte del Delaware e ai due casi ancora pendenti in Giappone, azzerando tutte le cause antitrust a livello mondiale.

Ma a Ftc non è sfuggito che Intel avrebbe violato la Section 5 dell’FTC Act. Federal Trade Commission aveva già messo Intel sotto la lente anche negli Usa per verificare se il colosso dei chip abbia usato strumenti illegali per escludere la rivale Amd dalla concorrenza. Poi all’indagine Ftc, si è nuto l’ufficio dell’Attorney General di New York Andrew Cuomo.

Leggi: Patteggiamento Antitrust, Intel paga a Amd 1,25 miliardi di dollari

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore