Antitrust e browser, Opera non demorde contro Microsoft

Aziende

Il Ceo di Opera, von Tetzchner, non si accontenta di Internet Explorer 8 disattivabile su Windows 7. Microsoft dovrebbe offrire agli utenti una vera possibilità di scelta sui browser

Opera Software, le cui accuse a Internet Exoplorer sono all’origine dell’ultimo braccio di ferro Antitrust fra Ue e Microsoft, continua a guardare con sospetto alle ultime mosse di Microsoft nel mercato browser: il Ceo di Opera, von Tetzchner, non si accontenta di Internet Explorer 8 disattivabile su Windows 7. Forse teme che rendere il browser removibile sia solo una “furbata”: una scorciatoia per evitare nuovi guai Antitrust con l’Unione Europea.

Tuttavia il Ceo di Opera apre uno spiraglio: se Microsoft fosse interessata davvero a chiudere questo capitolo, dovrebbe offrire agli utenti una vera possibilità di scelta.

Invece di dover scaricare i browser alternativi, in un download separato, gli utenti di Windows dovrebbero trovare un’ampia scelta fin dall’inizio. Lo afferma il Ceo di Opera in un’intervista esclusiva a BetaNews .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore