Antitrust, Ftc indagherà su Apple iAd

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

La pubblicità di Apple iAd dentro le applicazioni Web per iPad e iPhone partirà dal primo luglio, ma bloccherà l’accesso sia a Google AdMob che ad altri network advertising

Dopo le prime indiscrezioni, stanno per giungere le conferme: Federal Trade Commission (Ftc) aprirà un’indagine Antitrust su Apple per verificare se l’azienda guidata da Steve Jobs stia illegalmente usando la sua posizione nel mercato del software mobile per far fuori la concorrenza dal mobile advertising su iPhone e iPad. Lo riportano Bloomberg News e Wall Street Journal.

La pubblicità di Apple iAd dentro le applicazioni Web per iPad e iPhone partirà dal primo luglio, ma bloccherà l’accesso alle Web apps dello smartphone e del Tablet di Apple sia a Google AdMob che ad altri ad network indipendenti (compreso quello di Opera).

L’azienda di iPhone e iPad, guidata da Steve Jobs, ha presentato iAd, un network per vendere banner, pubblicità in video (senza Flash e rigorosamente in Html5) e spot interattivi dentro piccoli programmi noti come Web apps. Le applicazioni Web vendute su App Store hanno fatto la fortuna di iPhone, iPod Touch e adesso di iPad. Apple ha già venduto 60 milioni di dollari di inserzioni pubblicitarie: iAd partirà dal prossimo primo luglio. Si tratta del 48% dell’intera torta del mercato del mobile display advertising Usa, secondo JP Morgan. “Jobs parla di un inizio coi fiocchi (”pretty great start”). Gli spot di iAd saranno in Html5 e non in Flash.

Intanto il Dipartimento di Giustizia Usa (Doj) sta studiando il fascicolo Antitrust su Apple e la musica digitale.

Infine International Trade Commission (Itc) studierà anche la controdenuncia di Htc contro Apple: Apple aveva accusato Htc di violare suoi brevetti, ma Htc aveva contrattaccato denunciando Apple di sfruttare illegalmente 5 suoi brevetti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore