Antitrust UE accelera, Google Android rischia la formalizzazione delle accuse

Autorità e normativeNormativa
Antitrust UE accelera, Google Android rischia la formalizzazione delle accuse
2 4 1 commento

L’Authority guidata dal commissario europeo per la concorrenza, Margrethe Vestager, ha dato un ultimatum di 24 ore a Google per rimuovere i segreti commerciali dalle prove che potrebbero essere impiegate nel caso. Segno che Alphabet rischia la formalizzazione delle accuse

L’Antitrust UE accelera l’inchiesta su Alphabet, capofila di Google, per abuso di posizione dominante in relazione al servizio di pubblicità Adsense e al sistema operativo mobile Android. In particolare, la UE indaga sul bundling di apps come Google Maps, YouTube e Chrome con la piattaforma Android: un legame che potrebbe ostacolare la concorrenza di apps alternative. Ma Bruxelles sta anche verificando se Google ha impedito ai vendor lo sviluppo e il marketing di proprie versioni di Android.

Antitrust UE accelera, Google Android rischia la formalizzazione delle accuse
Antitrust UE accelera, Google Android rischia la formalizzazione delle accuse

L’Authority guidata dal commissario europeo per la concorrenza, Margrethe Vestager, ha dato un ultimatum di 24 ore a Google per rimuovere i segreti commerciali dalle prove che potrebbero essere impiegate nel caso. Segno che ci si avvia verso una comunicazione degli addebiti, secondo Bloomberg. Alphabet rischia la formalizzazione delle accuse.

L’Antitrust UE ha iniziato procedimenti formali contro il motore di ricerca di Mountain View, accusata di manipolazione dei risultati del motore di ricerca a vantaggio del servizio di supporto al proprio e-commerce. Ma l’Authority aveva anche messo sotto accertamento la condotta di Google con Android, mentre marca stretto ogni attività di Alphabet, a partire dalla presunta pratica di Google nella pubblicità. L’Unione europea ha acceso i fari sulla presunta imposizione dell’esclusiva sui servizi pubblicitari. Ma il commissario Vestager ha sottolineato che il dossier su Android è una delle massime priorità, a partire dalle “licenze abbinate, per cui la scelta del sistema Android implica una suite di applicazioni Google”. Rimane aperto anche lo spinoso capitolo fiscale.

Sono trascorsi cinque anni da quando la UE ha avviato le indagini sul motore di ricerca californiano. Google rischia una multa salata o l’obbligo di cambiare le sue pratiche di business. In passato anche Microsoft e Intel sono state sanzionate dall’Antitrust europeo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore