Antitrust Ue, Microsoft cambierà i setting di Internet Explorer

Autorità e normativeNormativa

Microsoft vuole rendere la scelta del browser di default più esplicita, per rispondere alle richieste dell’Unione europea

Microsoft cerca di venire incontro alle richieste dell’Unione europea in materia Antitrust. Come è noto, l’ultimo braccio di ferro tra Microsoft e Ue verte su Internet Explorer, accusato da Opera di “abusi posizione dominante”.

Forse Microsoft cambierà i settings di Internet Explorer: secondo un blog del colosso di Redmond, Microsoft vuole rendere la scelta del browser di default più esplicita, per rispondere alle richieste dell’Unione europea.

Il goal dell’esperienza di IE setup dovrebbe fornire agli utenti di IE il controllo dei settings nel rispetto dei default esistenti” spiega il post.

I cambiamenti potrebbero essere rilasciati nel prossimo Patch day di agosto: gli utenti che installeranno IE 8, ma hanno già un altro browser di default will, riceveranno un pop-up che chiede loro se desiderano cambiare il browser di default con Internet Explorer.

Gli amministratori troveranno le informazioni su Update Management TechCenter di Technet. Potranno personalizzare i browser di default usando Set Program Access Defaults.

Microsoft finora ha insistito sulla decisione di lanciare Windows 7E, una versione di Seven senza browser nella Ue, ma l’Antitrust europeo non aveva apprezzato la mossa. In precedenza Microsoft aveva reso disattivabili IE, Media Player e Windows Search su Windows 7. Vedremo se il nuovo passo è più conforme alle richieste Ue.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore