Antitrust Ue, Opera Software contro Internet Explorer

Autorità e normativeNormativa

Opera accusa Microsoft di abuso di posizione dominante nel mercato dei browser

Opera Software ha presentato un’azione antitrust contro Microsoft. L’Antitrust Ue dovrà arbitrare il contenzioso fra Opera Software e Microsoft.

Al centro della nuova querelle antitrust di Microsoft all’interno delle frontiere dell’Unione europea è il browser Internet Explorer, legato a filo doppio con il sistema operativo Windows e che, non accettando alcuni standard Web, impedisce l’interoperabilità.

Jon von Tetzchner, CEO di Opera, ha affermato che il nuovo contenzioso viene fatto a favore degli utenti “stanchi di un monopolio che opera scelte al posto loro”.

Opera ha esposto due richieste alla Commissione europea: l’unbundle di Internet Explorer da Windows o portare un browser alternativo sul sistema operativo di Microsoft; chiedere al colosso di Redmond di seguire web standard fondamentali e aperti, accettati dalla comunità di web-authoring.

Microsoft lo scorso 22 ottobre ha accettato di chiudere un lungo braccio di ferro antitrust con l’Unione europea , che si trascinava dal 2004 in merito a Windows Media Player su windows e all’interoperabilità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore