Antitrust UE soddisfatto delle offerte di Google

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Multa antitrust agli operatori mobili per servizi non richiesti
0 0 Non ci sono commenti

I termini del patteggiamento fra Google e l’Antitrust UE sono stati raggiunti: si va verso la chiusura indagine. Il commissario Ue per la concorrenza, Joaquin Almunia, esprime soddisfazione

Dopo la chiusura della disputa con la Federal Trade Commission (FTC), l’Authority statunitense, Google sta per mettere la parola fine anche al contenzioso con l’Antitrust UE. Sono costate tre anni di indagini europee, ma ora sta per calare il sipario: il patteggiamento fra Google e l’Antitrust UE è stato raggiunto, e si sta per chiudere la controversia. Il commissario Ue per la concorrenza, Joaquin Almunia, esprime soddisfazione per i passi avanti compiuti da Google. Le offerte del motore di ricerca in tema di ricerca online e pubblicità in Rete “vengono incontro alle preoccupazioni della Commissione”.

Oltre ai messaggi promozionali associati alle ricerche online, Google metterà in evidenza anche quelli appartenenti a tre rivali de l player della pubblicità online “selezionati attraverso criteri oggettivi”.

L’Antitrust UE accusava Google di violazioni della concorrenza e per possibile abuso di posizione dominante. Quattro erano le accuse rivolte al motore di ricerca guidato dal Ceo Larry Page: sui messaggi promozionali che appaiono contestualnente ai risultati delle ricerche effettuate su Google; l’utilizzo da parte di Google di contenuti originali di terzi senza aver ottenuto autorizzazione e consenso; l’accordo di usare solo advertising fornito da Google sui siti indicizzati; infine, le restrizioni contrattuali “forzose”.

A metà dicembre il commissario Ue alla concorrenza Joaquin Almunia, in un’intervista a una radio spagnola, aveva dichiarato di considerare inaccettabili le proposte di Google per chiudere la controversia in merito all’accusa di abuso di posizione dominante. Google rischiava una sanzione fino al 10% del fatturato (Google ricava circa 50 miliardi di dollari all’anno, dunque la multa sarebbe di 5 miliardi di dollari). Ma una nuova proposta di Google, volta a semplificare la ricerca online di prodotti concorrenti al motore di ricerca, ha cambiato lo scenario. Da qui, la svolta, visto che la UE ha sempre dichiarato di preferito il patteggiamento alla multa.

Antitrust UE verso la chiusura dell'indagine su Googl @shutterstock
Antitrust UE verso la chiusura dell’indagine su Googl
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore