Antonio Samaritani è nominato a capo dell’Agid

ManagementNomine
Antonio Samaritani è nominato a capo dell'Agid
1 0 Non ci sono commenti

Antonio Samaritani (ex responsabile dei sistemi informativi di Regione Lombardia) prende il posto di Alessandra Poggiani alla guida dell’Agenzia per l’Italia digitale (Agid)

Dopo Alessandra Poggiani, arriva Antonio Samaritani al vertice di Agid. Samaritani (ex responsabile dei sistemi informativi di Regione Lombardia) prende il posto di Alessandra Poggiani alla guida dell’Agenzia per l’Italia digitale (Agid).

Antonio Samaritani è nominato a capo dell'Agid
Antonio Samaritani è nominato a capo dell’Agid

Laurea in Bocconi, vanta esperienze in IBM e Accenture, ha ricoperto il ruolo di Chief information officer (Cio)della Regione Lombardia. Dopo quattro anni di lavoro in Lombardia Informatica (dove si occupava di data center, open data, cloud, disaster recovery, sistemi operativi, Expo), Antonio Samaritani si trasferisce dal Pirellone all’Agid. Samaritani vanta una solida esperienza IT che mancava invece a Poggiani. La sua nomina è stata appoggiata sia dalla Funzione Pubblica del ministro Marianna Madia che da Palazzo Chigi.

Samaritani continuerà il lavoro impostato da Franceso Caio sotto il governo Letta: dovrà dare concretezza ai tre pilastri dell’Agenda digitale italiana, la Fatturazione elettronica, l’Angrafe Unica Nazionale e il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

La Fatturazione elettronica (già adottata con la PA) in futuro dovrà essere estesa anche alle aziende. La roadmap prevede: fatturazione elettronica fra imprese da gennaio 2017, mentre il servizio gratuito verrà reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate da luglio 2016. La fatturazione elettronica fra imprese rimarrà opzionale, ma per spingere le aziende ad adottarla, sono previsti incentivi ad hoc.

Richiedono inoltre una certa urgenza i progetti del Piano crescita digitale, lo Spid e Italia login. Come Chief Information Officer della Regione Lombardia, Samaritani ha contribuito a progettare l’ecosistema digitale E015, ideato per offrire nuovi servizi turistico-culturali nell’ambito di Expo 2015.

Esperto di Open Government, Samaritani crede nella condivisione dei dati. Con un Tweet, Paolo Barberis ha espresso le congratulazioni a Samaritani per la nomina, augurandogli buon lavoro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore