Acquisita Millennial Media, Aol firma intesa con Microsoft

AcquisizioniAziende
Acquisita Millennial Media, Aol firma intesa con Microsoft
2 0 Non ci sono commenti

Aol firma accordo con Microsoft, per espandersi in Italia, dopo aver comprato Millennial Media

Aol sigla accordo con Microsoft, per ampliare il proprio raggio d’azione in Italia, dopo aver acquisito Millennial Media. L’intesa apre a una partenership strategica tra le attività online di Microsoft, compresi Windows, Skype, Outlook.com, Xbox LIVE, MSN, e il team di Be On, la piattaforma di branded video syndication di AOL, presente in Italia da tre anni. Con Millennial Media (MM), AOL si potenzia nell’offerta di soluzioni programmatic mobile. Millennial Media è la prima piattaforma programmatica open market, in grado di gestire un sistema di monetizzazione da mobile di oltre 65.000 applicazioni, raggiungendo oltre 20 milioni di utenti in Italia e offrendo agli inserzionisti un immediato accesso ai più importanti publisher di contenuti mobile (su applicazioni o browser).

Acquisita Millennial Media, Aol firma intesa con Microsoft
Acquisita Millennial Media, Aol firma intesa con Microsoft

Si crea una sinergia fra un gruppo con oltre 512 milioni di visitatori unici al mese e un’audience che include gli oltre 16 milioni di utenti mensili online di Microsoft.

In base all’accordo, l’ampia Premium inventory, forte di oltre 500 miliardi di impression mensili a livello mondiale (oltre un miliardo e mezzo al mese in Italia), consente agli inserzionisti di raggiungere, oltre ai noti siti di Microsoft, anche gli utenti italiani che visitano le property di AOL come Huffington Post, Engadget o TechCrunch.

L’intesa permette un’esperienza di buying chiara e intuitiva che integra i prodotti Microsoft con la proposta commerciale di AOL e offre l’opportunità di acquisto in modalità programmatica anche per mobile, video e display con l’arrivo della piattaforma ONE by AOL.

L’anno scorso Verizon ha acquisito AOL, che aveva comprato HuffPost, TechCrunch, 5Min Media (oggi AOL On) e l’attuale Be On; nel 2013 aveva lanciato Adap.tv e nel 2014 la piattaforma cross screen (incluse le linear TV), ONE by AOL, che nel 2015 si è internazionalizzata. ONE by AOL si è poi trasformata in una full stack technology platform, dando il via ad una serie di applicazioni per la TV (giugno 2015 il lancio del primo private market place per TV a seguito di un accordo tra AOL e MCN) e a nuove forme di advertising data-driven che consentono ad agenzie media, inserzionisti ed editori di creare e gestire dinamicamente campagne di comunicazione, implementando anche sistemi di calcolo del ROI di quest’ultime presenti su mezzi sia online che in TV.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore