AOL contro spammer. 1 A 0

CyberwarSicurezza

America Online ha vinto una causa contro uno spammer che ha inviato miliardi di e-mail non desiderate

DULLES, VA (USA). America Online ha portato a casa uno straordinario successo in un procedimento giudiziario intentato contro un prolifico spammer che ha inviato miliardi di e-mail indesiderate nel corso del 2003. AOL, divisione di Time Warner, ha ottenuto dal giudice un risarcimento per 5,3 milioni di dollari. Il responsabile delle continue invasioni di spam e’ un ragazzo del Minnesota, Christopher William Smith, 25 anni. Il giovane spammer, che prima del suo arresto viveva in una casa da 1,1 milioni di dollari, inviava messaggi in cui si commercializzava di tutto, dai decodificatori per TV via cavo ai farmaci come il Viagra, passando per i diplomi universitari, ecc. Nicholas Graham, portavoce di AOL, ha affermato che questa vittoria rappresenta uno dei piu’ grandi successi mai ottenuti dall’azienda nel corso della sua attivita’. La vittoria e’ ritenuta ancora piu’ importante, poiche’ proprio contro Smith e’ stata applicata la legge federale anti-spam denominata CAN-SPAM Act, nata per punire in maniera esemplare il fenomeno dello spamming, divenuto vero e proprio reato in molti Paesi. [ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore