AOL, Microsoft e Yahoo siglano un’alleanza Anti-Spam

NetworkProvider e servizi Internet

L’alleanza mirerà a trovare sistemi per bloccare lo spam e lavorerà di concerto con le autorità costituite perché vengano prodotte disposizioni regolamentari.

America Online, Microsoft e Yahoo hanno annunciato lunedì un’alleanza intesa a bloccare il fenomeno dello spam. L’alleanza, cui potranno unirsi altre compagnie, si incentrerà sulle nuove tecnologie, la difesa dei consumatori per impedire l’utilizzo della posta elettronica per inviare spam, stabilendo standard per le email commerciali e collaborando con le autorità per ottenere disposizioni di legge in merito. “Avvisiamo gli spammer che stiamo collaborando allo scopo di eliminarli» ha dichairato Brian Arboghast, vicepresidente della divisione MSN di Microsoft e promotore dell’iniziativa antispam. L’alleanza si prefigge di impedire agli spammer di utilizzate tecniche di individuazione degli header delle email con l’uso di directory esistenti di indirizzi internet come il DNS (domain name system) per identificare meglio il luogo in cui un’email viene creata. L’obbiettivo è inoltre bloccare le email provenienti da ruoter, proxy e altri sistemi aperti e accessibili all’uso non autorizzato; impedire la creazione di account di posta elettronica non controllati; definire un meccanismo per la circolazione e lo scambio, tra i diversi provider, del feedback proveniente dagli utenti; la definizione di standard per differenziare le email legittime da quelle indesiderate; sviluppare un migliore meccanismo di collaborazione con le autorità per la definizione di misure legali, compresi metodi per la preservazione delle prove elettroniche.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore