Aol vuole disfarsi di Bebo

AziendeMarketingSocial media

Il social network Bebo, acquisito nel 2008 per un miliardo di dollari, verrà venduto o chiuso. Le prospettive non sembrano essere altre

Bebo doveva essere uno dei social network in ascesa, al pari di MySpace e Facebook. E invece niente: sta finendo in una bolla. Aol, che acquisì Bebo per 1 miliardo di dollari nel 2008 (prima del crac Lehman Brothers e prima dello Tsunami delle Borse: sembrano secoli fa), ora non vuol più sentir parlare di Bebo, considerato la sua “peggiore acquisizione“.

Aol, che di recente è tornata a ballare da sola a Wall Street (dopo lo spin-off da Time Warner) vuole disfarsi del social network Bebo:

Il mercato è dominato da Google, Microsoft (a sua volta alleata di Yahoo! grazie a un accordo decennale) e Facebook, e di Aol si stanno perdendo le evanescenti tracce.

Mentre per l’instant messaging ICQ (comprato nel 1998 per 400 milioni di dollari) Aol ha raccolto un certo interesse (sarebbero interessati in tre: ProfMedia, DST in Russia, a sua volta investitore di Facebook, e Tencent in Cina).

Che ne sarà dunque di Bebo? O verrà venduto o chiuso. Le prospettive non sembrano essere altre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore