Ap, regolare i blogger?

CyberwarSicurezza

Una spinosa vicenda coinvolge la famosa agenzia di stampa Associated Press. Si può regolamentare le utilizzazioni che i blogger fanno dei propri articoli?

I fondatori della news agency newyorkese, nel lontano 1846, non si sarebbe mai posti il problema che un loro lettore potesse stravolgere, commentare negativamente un proprio articolo, se non al bar di qualche angolo di Manhattan.

Eppure con la diffusione di Internet e, soprattutto, della blogosfera, questo puo’ suscitare numerosi problemi. Associated Press (Ap)

non ha piu’ intenzione che i propri articoli vengano commentati dai blogger in maniera che possa stravolgerne il significato. Cosi’ ha chiesto al sito denominato Drudge Retort (non Drudge Report, come molti erroneamente indicano) di rimuovere sette citazioni di propri articoli, di lunghezza compresa fra 39 e 79 caratter i.

Pur avendo sospeso subito dopo questa richiesta, Ap ha suscitato un vespaio di polemiche fra i blogger. Cerca di spezzare una lancia a favore della sua testata collega il New York Times, che si pronuncia affermando che si tratta di una semplice questione di copyright e di fair use da utilizzare cum grano salis.

Per giovedi‘ prossimo, Ap ha convocato una rappresentanza di blogger per affrontare al meglio la situazione, di difficile soluzione, considerata la vastita’ della Rete e la continua evoluzione dei blogger.

[ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore