Apc punta su ricerca e sviluppo

Management

Nella sede danese di Kolding l’azienda ha allestito un nuovo centro per test termici, un investimento che conferma l’impegno della società nella risoluzione delle problematiche di raffreddamento in ambito data center e server room

Ricerca e sviluppo sono strategici per American Power Conversion (Apc). In quanto sviluppatore di Infra- StruXure, architettura integrata per l’infrastruttura fisica di rete che comprende alimentazione, rack, raffreddamento, gestione e servizi, Apc ha sostenuto investimenti significativi allo scopo di aggiungere innovazione continua alle soluzioni destinate alle network-critical physical infrastructure (Ncpi). Nelle sedi di Svizzera, Irlanda, Giappone, Filippine e Nord America alla ricerca e sviluppo è dato ampio spazio. Ma è soprattutto in Danimarca che Apc vanta il più ampio gruppo di lavoro rivolto a ricerca e sviluppo: 10 persone sono dedicate allo sviluppo di tecnologie emergenti, 55 allo sviluppo e ingegnerizzazione di prodotti, 10 alle network air solution. Nella sede danese di Kolding, in cui lavorano 220 dipendenti, i due terzi dei quali ingegneri e tecnici, dove sono studiate le tecnologie ritenute dall’azienda più innovative, Apc ha allestito un nuovo centro di test termici, per favorire l’innovazione tecnologica e indirizzare le principali problematiche di raffreddamento derivanti dalle sempre maggiori densità raggiunte dai computer negli attuali data center e server room. Il laboratorio termico supporta soluzioni integrate per l’infrastruttura Ncpi di tutte le dimensioni, per simulare ambienti come piccoli armadi di cablaggio fino a data center con alimentazione a livello di megawatt ed è in grado di realizzare test di singoli prodotti così come sulle prestazioni integrate dei data center. L’impianto 2 include cabine integrate che consentono simulazioni simultanee di ambienti indoor e outdoor ed è in grado di simulare numerose condizioni tipiche dei data center relative al flusso d’aria, al riscaldamento, all’ umidificazione e al raffreddamento, così come pavimentazioni flottanti e non. Questo per ricreare le condizioni reali di installazione di un data center in diverse configurazioni e differenti condizioni ambientali interne ed esterne.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore