Apparecchi in stand-by, ci pensa la Ue a salvare la bolletta

Autorità e normativeNormativa

Il risparmio energetico in Europa coinvolgerà anche le apparecchiature elettriche nella fase di riposo

Computer, stampanti, fotocopiatrici e televisori spesso vengono lasciati in stand-by. Gli esperti dicono che 60 milioni di euro sono sprecati nella bolletta a causa del Pc che, anche da spento, consuma energia.

L’Unione europea vuole correre ai ripari contro i consumi invisibili: la Ue limiterà i consumi agli apparecchi in fase di riposo.

Gli Stati membri dell’Unione europea hanno approvato la proposta di tagliare i consumi di elettricità delle apparecchiature elettriche in stand-by. I produttori saranno obbligati a ridurre, del 73%, la quantità di energia utilizzata in stand-by, entro il 2020. Il tetto di consumo energetico per lo stand-by dell’apparecchio sarà di 1 o 2 watt fino al 2010, per passare a 0,5 o 1 watt dal 2013.

La proposta dovrà passare lo scrutinio del Parlamento europeo. Ma, quando sarà approvata, genererà un risparmio di una quantità di energia pari al consumo energetico di un anno della Danimarca.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore