Apple apre i pre-ordini di iPhone 6 in Italia

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Kantar Worldpanel registra la ripresa di Apple
0 0 2 commenti

Dopo aver messo a segno 10 milioni di iPhone 6 venduti nel primo week-end, Apple dà il via ai pre-ordini dei nuovi smartphone targati Apple. Anche in Italia. iOS 8 già detiene il 46% di market share sul totale di iOS nel mercato piattaforme mobili

Forte dei 10 milioni di iPhone 6 venduti nel primo week-end in Nord America, Apple dà il via ai pre-ordini dei nuovi smartphone targati Apple. I pre-ordini sono sulla rampa di lancio anche in Italia: il colosso di Cupertino ha lanciato nel nostro Paese il servizio Prenota e ritira, che consente di scegliere non solo il modello (iPhone 6 con schermo da 4.7 pollici o il 6 Plus da 5,5 pollici), ma anche il negozio di riferimento e l’orario in cui acquistare lo smartphone, a scaffale nel nostro Paese dal 26 settembre.

Nel frattempo la nuova versione della piattaforma mobile iOS 8 scala la classifica degli OS Mobili e già detiene il 46% di market share sul totale di iOS, dopo il debutto su iPhone 6 e 6 Plus. Apple vendette 9 milioni di iPhone 5S e 5C (anche in Cina), 5 milioni di iPhone 5, 4 milioni di iPhone 4S e 1.7 milioni di iPhone 4 nel primo week-end di vendite.

Il servizio Prenota e ritira funziona tramite il proprio ID Apple e la relativa password, magari dopo aver verificato la disponibilità in un Apple Store nella propria zon di riferimento.

Apple ha già venduto 10 milioni di iPhone 6: iOS 8 al 46% del mercato OS mobili
Apple ha già venduto 10 milioni di iPhone 6: iOS 8 al 46% del mercato OS mobili

Stando alle ultime indiscrezioni, Apple potrebbe presentare il nuovo iPad Air 2 in ottobre, equipaggiato con lettore di impronte digitali. Invece nel corso del secondo trimestre del 2015, dovrebbe entrare in fase di produzione l’iPad Pro, con schermo da 12,9 pollici, dedicato agli utenti business.

Il Ceo Tim Cook, Ceo di Apple, ha spiegato che il record dei nuovi iPhone venduti avrebbe potuto essere ancora superiore: “Avremmo potuto vendere più iPhone con scorte maggiori e stiamo lavorando per eseguire tutti gli ordini il più possibile”.

Infine, capitolo Beats Music, acquisita nelle scorse settimane per 3 miliardi di dollari. Non verrà chiusa, ma, secondo ReCode, Apple potrebbe procedere a un rebranding. Apple Tv ha appena introdotto l’app Beats Music, ma l’applcazione non è già preinstallata sui nuovi iPhone 6 e 6 Plus.

Gli iPhone rappresentano più della metà del fatturato di Apple da 171 miliardi di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore