Apple cambia rotta a MobileMe e aggiunge l’antivirus all’iPhone

Mobility

Apple si scusa con gli utenti: MobileMe diventa un servizio Push solo per iPhone e iPod touch, ma non per Mac e Pc. VirusBarrier X5 sale sull’iPhone

Il debutto di iPhone è stato un boom mondiale, quanto quello di MobileMe un piccolo pasticcio internazionale. Ma ora Apple cambia rotta e effettua modifiche alla descrizione del servizio. Molti utenti si erano lamentati del fatto che la sincronizzazione di MobileMe con sistemi Mac e PC, avvenisse ogni 15 minuti,

e non fosse comparabile all’istantaneità della tecnologia Push. MobileMe sarà un servizio Push solo per iPhone e iPod touch, ma non per Mac e Pc.

Apple si scusa dei disagi con gli utenti: non mette più l’accento sulla tecnologia Push, bensì sul servizio di sincronizzazione automatico. Viene anche cancellato lo slogan “Exchange for the rest of us“: la sincronizzazione in tempo reale e istantanea invece rimane per iPhone e iPod touch.

VirusBarrier X5 sale sui tascabili di Apple, iPhone e iPod Touch. La nuova versione 10.5.3 dell’anti-virus per Mac funziona su iPhone (anche crackati) e iPod touch, purché aggiornati al Firmware 2.0, gestendo scansione e verifica del dispositivo mobile alla ricerca di infezioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore