Apple Cisco: tregua sull’iPhone

AziendeMercati e Finanza

La diatriba tra le due aziende è in stallo… per adesso.

Un po’ più tempo per mettersi d’accordo, questo è quanto Cisco ha concesso ad Apple prima di portarla in tribunale per la questione del nome “iPhone”. La proroga si conclude il 21 febbraio, termine oltre il quale, se non ci saranno progressi nelle trattative, Apple dovrà rispondere davanti alla legge di violazione delle norme che tutelano i marchi registrati. Cisco detiene i diritti del nome iPhone sin dal 2000 e ha anche realizzato una linea di prodotti che usano questo marchio, alcuni molto di recente. Finora i precedenti tentativi di trattativa non sono andati a buon fine.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore