Apple e Google, sfida all’ultimo servizio

AziendeMarketing
Google Earth Full 3D contro Apple

Apple sceglie Baidu per il mercato cinese e prepara le sue mappe. La risposta di Google: Google Maps offline su Android e Google Earth 3D

La battaglia delle mappe, con Apple che sta per abbandonare Google Maps a favore di sue mappe 3D, e Google che risponde con Google Earth full 3D, è solo l’ultimo capitolo di un’escalation di ripicche, fra ex partner. In fondo, quando Steve Jobs svelò il primo iPhopne, punto di forza era l’ecosistema Google accessibile da iOS. Invece, da quando Android domina nel mercato smartphone, e si fa strada nel mercato tablet (ora con Kindle Fire, presto con Google Nexus Tab, un tablet low-cost in cantiere con Asus), la guerra, sotterranea e carsica, è aperta. O quasi.

Non è forse un caso che Apple  scelga Baidu per il mercato cinese. E non è un caso che mentre prepara le sue mappe, Google risponda sfoderando le Google Maps che funzionano offline su Android e Google Earth completamente 3D.

Apple e Google non sono più partner (ai ferri corti), ma concorrenti nel mercato del software mobile e dell’advertising. L’accordo in Cina con Baidu darà slancio al motore di ricerca cinese nel mercato pubblicitario mobile. In Cina Baidu detiene il 78.5% del mercato contro il 16.6% di Google, stando alla cinese Analysys International. In Cina, anche se vince Android, Apple vende il 20% degli iPhone (dati ultimo trimestre): secondo Tim Cook “la Cina è ben più di un’opportunità“. Nell’ex celeste impero Apple ha triplicato il fatturato.

Google vantava 75.1 milioni di utenti di mappe in aprile, in crescita del 29% rispetto a un anno fa. Bing ha 8.59 milioni di utenti, in crescita del 10%, secondo comScore. Nel 2010 Poly9 era la seconda acquisizione di Apple nel mercato delle mappe, dopo Placebase, per sfidare Google Earth in 3D.

Google Maps sarà offline, Google Earth diventa full 3D
<p>Google Maps sarà offline, Google Earth diventa full 3D</p>
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore