Apple fa da battistrada nella masterizzazione di Dvd

LaptopMobility

In poco più di un anno, il costruttore statunitense ha distribuito oltre due milioni di dischi Dvd-R

In circa 13 mesi di tempo, Apple ha distribuito quasi mezzo milione di computer Macintosh con unità SuperDrive e oltre due milioni di dischi Dvd-R. Queste cifre, rese note recentemente dal costruttore americano, riguardano la prima unità di settore per la masterizzazione di Cd e di Dvd su larga scala (SuperDrive) e i software iDvd e Dvd Studio Pro (contraddistinti da inedite caratteristiche tecniche), entrambi introdotti nel gennaio 2001. Secondo lazienda, queste soluzioni hanno consentito di assumere la leadership tecnica nei processi che stanno cambiando i Dvd per i sistemi desktop. Tutto questo sarebbe confermato dai seguenti fatti lunità SuperDrive viene ora installata sugli iMac e i supporti Dvd registrabili costano meno di cinque euro al disco. Inoltre, con lapplicativo iDvd è ora possibile realizzare Dvd senza spendere più cifre consistenti. Attualmente tutti i computer Mac dotati di unità SuperDrive includono il software iDvd 2, considerato sia una delle soluzioni più intuitive per la creazione di Dvd riproducibili sui più comuni lettori Dvd e anche come lunica applicazione consumer per lauthoring di Dvd capace di assicurare risultati professionali, grazie ai pulsanti di navigazione e agli sfondi animati. Dvd Studio Pro è invece uno strumento per la creazione di Dvd, corredato di ogni funzionalità. Tra queste, authoring, codifiche e output. Inoltre si integra con un altro software Apple, Final Cut Pro 3, punto di riferimento nellediting video, nella creazione di effetti e nel compositing. Le sinergie che scaturiscono dallintegrazione di Dvd Studio Pro, di Final Cut Pro 3, di iDvd 2 e di iMovie 2 costituiscono infine – sia per il mercato consumer sia per quello professional – il punto di forza di un pacchetto completo ai fini della creazione di Dvd di qualità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore