Apple: Forti vendite di iPhone e iPad, ma profitti in calo a doppia cifra

AziendeMacMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Apple colloca l'iBond da record

Gli utili registrano una flessione del 18%, ma tengono le vendite. Il Ceo di Apple Tim Cook cerca di rassicurare gli investitori per il crollo del titolo: il dividendo sarà aumentato del 15%. Al raddoppio gli Apple Store in Cina

Apple batte Wall Street in questa trimestrale, ma nella prossima pare di no. Nonostante la tenuta delle vendite di iPhone e iPad, i profitti calano del 18%. Apple ha archiviato il trimestre con utili a quota 9.5 miliardi di dollari su un fatturato da 43.6 miliardi di dollari. Il Ceo di Apple Tim Cook cerca di rassicurare gli investitori per il crollo del titolo. Per guadagnare tempo ed evitare perfino un brusco divorzio dalla società, Apple aumenterà il dividendo del 15% (dividendo in rialzo da 2.65 a 3.05 dolari), aggiungendo altri 55 miliardi di dollari, ed effettuerà buyback azionari per un totale di 100 miliardi di dollari entro il 2015: il titolo di Apple ha perso oltre il 40% dai record di metà settembre. Ma società come Trillium Asset Management non ritengono che il titolo di Apple abbia ancora toccato il fondo, perché la trimestrale lascia ancora molti interrogativi inevasi. E l’era del boom rapido del titolo di Apple, la crescita veloce dal 2007 in poi, pare volga al tromonto.

Un anno fa Apple chiudeva lo stesso trimestre con profitti da 11.6 miliardi di dollari e ricavi da 39.2 miliardi di dollari, trainata dal boom di iPhone e iPad. In questo trimestre il fatturato di iPhone è salito dell’85%, ma gli iPad sono meno profittevoli di altri prodotti: pur vendendone quasi 20 milioni, grazie all’iPad Mini, contro gli 11.8 milioni di un anno fa, secondo Bloomberg, Apple non sembra in grado di trarre vantaggio da questo boom di vendite. Il margine lordo è calato dal 47.4% di un anno fa al 37.5% attuale.

Apple ha venduto 37.4 milioni di iPhone, oltre le aspettative, ma in crescita di un modesto 7%, e  19.5 milioni di iPad, con un incremento del 65%. Apple ha poi messo a segno 5.6 milioni di iPod venduti e  3.95 milioni di Mac. Ma le vendite di Mac registrano un calo del 2%. E gli iPod continuano a scendere da 7.7 a 5.6 milioni di unità. Il Ceo Tim Cook parla di “risultati incredibilmente forti” e promette in una nota: “I nostri team stanno lavorando duramente a nuovi bellissimi hardware, software e servizi“, ma sembrano frasi fatte, anche se le indiscrezioni da tempo vociferano di un iWatch, di una iTv, di iRadio e del nuovo iPhone 5S, oltre a un iPhone low-cost per i Paesi emergenti. Apple conta 4 miliardi di dollari nella vendita di apps, musica, software e servizi.

Nel rapporto prezzo/utili il titolo di Apple è il più economico del 94% delle aziende presenti nello Standard and Poor’s 500 Index. Ma se abbia toccato il fondo o no, nessuno si azzarda a fare previsioni: il prossimo trimestre sarà più difficile. Il “tesoretto” in contanti di Apple è cresciuto nel trimestre da 137 a 145 miliardi di dollari. Infine Apple raddoppierà i suoi Store in Cina, per beneficiare delle vendite nel suo secondo mercato, cresciute dell’11% al record di 8.8 miliardi di dollari. Ma lontando dal tasso di crescita del 67% del precedente trimestre.

Quanto conosci Apple? Misurati con un Quiz!

Apple registra forti vendite, ma profitti in calo
Apple registra forti vendite, ma profitti in calo

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore