Apple iPad: Istruzioni per l’uso

LaptopMarketingMobilityWorkspace

Ecco i pro e contro di Apple iPad. Aspettando il debutto di venerdì 28 maggio

È quasi conto alla rovescia per lo sbarco italiano di Apple iPad ed è già febbre da tavoletta. Apple iPad arriva a scaffale il 28 maggio con schermo multi-touch, capacitivo (uno dei più performanti del mercato touchscreen), ma arriva senza dieci funzionalità: sono infatti dieci le cose che mancano ad iPad, che ricordiamo non è un vero Tablet, ma un media Tablet senza Flash (dunque non potrete vedere molti video, se non quelli “migrati” in Html5) e senza Usb. Ecco i pro e contro di Apple iPad.

Pro. Lo schermo multi-touch è di alto livello, l’iBookstore è fornito anche di e-book gratis senza copyright (per scaricare libri gratis e rileggere i classici a cui è scaduto il diritto d’autore); è perfetto per vedere film; l’illuminazione di iPad non affatica troppo la funzione di e-book reader soprattutto per la lettura dei quotidiani via Web apps (anche se molti preferiscono Amazon Kindle, Sony Reader o Samsung E60); le Web apps per iPad su App Store sono numerose e in grande crescita (sia professionali per la produttività che consumer per l’intrattenimento); da Rupert Murdoch in giù tutti i principali editori hanno lanciato la Web app su iPad; iWork è utile; editare Word su iPad non è un’impresa come su iPhone (con Pages o con Doc2 HD e Office2 HD per documenti caricati in Google Docs).

Contro. Il bellissimo schermo è a rischio ditate, l’iPad necessita di custodia anti-urto; le migliori applicazioni utili, sia professionali che d’intrattenimento, non sono tutte gratuite e i micro-pagamenti sono più costosi di quelli per iPhone (prima di trasformarvi nel bancomat dell’iPad, aggiornatevi su quanto state spendendo presso l’App Store); per scrivere un’e-mail, bisogna comprare la tastiera per iPad (troppo faticosa la tastiera virtuale multi-touch); manca Adobe Flash; è assente l’Usb; non si possono stampare e-mail né presentazioni; non è ancora multitasking; la batteria non è sostituibile (Apple sostituisce l’iPad). Inoltre Time Magazine su iPad è un banale Pdf (non commentabile, non ridistribuibile, non linkabile), ma non è gratis come la versione online (invece commentabile, da ridistribuire e linkare): ma la versione iPad costa 4.99 dollari alla settimana perché ha immagini patinate e glamour, mentre quella online (senza quelle belle immagini) è gratis.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore