Apple, Microsoft e Google alla guerra delle mappe 3D online

AziendeMarketing

Microsoft sta sviluppando anche WorldWide Telescope e ha siglato un accordo con la Nasa: per sfidare Google Earth 3D. Invece Apple ha acquisito Poly9

Apple acquisisce Poly9 (seconda acquisizione nel mercato delle mappe online) per fare da sé e divorziare da Google anche in questo settore (già ha tolto Google dai motori di ricerca di default per fare spazio anche a Microsoft Bing). Poly9, la cui tecnologia è basata sul Web (un globo 3D costruito in Javascript), sarebbe specializzata nelle mappe 3D: Apple vuole dunque sfidare Google Earth.  Per Apple è la seconda acquisizione nel mercato delle mappe, dopo Placebase: ciò significa che la ela vuole fare sul serio, anche perché Google sta per sgoderare Google Music contro iTunes, dopo aver contrapposto Android ad iPhone e presto Google tablet (con Android e presto Chrome Os) contro iPad. Secondo Le Soleil, Apple era già cliente di Poly9, come Microsoft, Yahoo!, MSNBC, Skype e il North American Aerospace Defense Command (NORAD), famoso per tracciare “la rotta di Babbo Natale“.

Ma nel mercato delle mappe online non c’è solo Google, ma anche Microsoft Bing. Microsoft sta sviluppando anche WorldWide Telescope, per raccogliere immagini e panoramiche su pianeti, astri e galassie (per mappe satellitari) grazie anche a un’intesa con la NASA per immagini in esclusiva sulla superficie di Marte.

Google Marte 3D dovrà dunque presto vedersela anche con una nuova mappa di Microsoft, forte di ben 74mila fotografie scattate nell’ambito del programma Mars Global Surveyor e 13mila frutto dell’esperimento HiRISE (High Resolution Imaging Science Experiment) dell’Università dell’Arizona.

La nuova sfida tra Apple, Microsoft e Google riguarderà, forse, la frontiera delle mappe 3D online.

Apple compra Poly9
Apple compra Poly9
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore