Apple paga il 2% di tasse fuori dagli USA

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaTassazione
Ritorna lo spettro della WebTax

Apple, come altre multinazionali e Big IT, sfrutta un trucco per minimizzare ’imposta sul reddito fuori confine. Fari puntati dal fisco europeo su questi stratagemmi

Il Sunday Times afferma che Apple, con il trucco detto “Double Irish With a Dutch Sandwich.”, ha pagato quest’anno 713 milioni di dollari in tasse su redditi prodotti all’estero di 36,8 miliardi. Apple ha sborsato appena il 2% di tasse fuori dagli USA, rincara la dose la Bbc: una percentuale davvero bassa, minimazzata grazie a stratagemmi volti a tagliare drasticamente l’imposta sul reddito fuori confine, “dirottando” i profitti  verso l’Irlanda e l’Olanda, e stornando tali cifre dall’ammontare su cui si versano le tasse al fisco.

Come Appole paga le tasse emerge da un file, il form 10-K filing compilato con la Securities and Exchange Commission (SEC), ovvero la Consob a stelle e strisce. L’anno precedente Apple aveva pagato leggermente di più, il 2.5%.

L’Irlanda fa pagare il 12.5% di tasse, contro il  24% britannico e contro le salatissime aliquote italiane. Una preecedente inchiesta del Guardian aveva mostrato come le multinazionali riescono ad eludere le tasse legalmente, tanto che Google nel 2010 ha pagato solo 5 milioni di tasse su un giro d’affari di 240 milioni di sterline, Amazon 517mila su 147 milioni e Facebook396mila su 15,2 milioni.

Quanto conosci Apple? Misurati con un QUIZ!

Apple paga solo il 2% di tasse @ shutterstock
Apple paga solo il 2% di tasse
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore