Apple Pay guadagna il supporto di Starbucks e Barclays

E-paymentMarketing
Apple Pay guadagna il supporto di Starbucks e Barclays
0 3 Non ci sono commenti

Apple Pay guadagna il supporto di Starbucks e Barclays

Apple Pay si espande. Il sistema di pagamenti mobili (m-payments) di Apple guadagna il supporto di Starbucks e Barclays dal 2016. Il prossimo anno 7.500 negozi, comprese le catene della colazione Starbucks e del pollo fritto di KFC, accetteranno i pagamenti con Apple Pay. L’applicazione mobile di Starbucks detiene il 20% delle transazioni.

Apple Pay guadagna il supporto di Starbucks e Barclays
Apple Pay guadagna il supporto di Starbucks e Barclays

I pagamenti mobili, secondo Gartner, rappresentano un mercato globale da 720 miliardi di dollari di valore dal 2017. In crescita rispetto ai 235 miliardi di dollari dell’anno scorso.

Di recente, Apple Pay è arrivata in Gran Bretagna, un Paese dove il cashless ha già superato i pagamenti tradizionali, con il 52% dei pagamenti avvenuti in carte di credito e debito, transazioni internet e CHAPS, m-payments. È sufficiente toccare il bottone dell’impronta ditale sullo smartphone o un doppio tap sullo smartwatch, per effettuare il pagamento in mobilità o comprare un biglietto del trasporto pubblico di Londra. Per fare shopping nelle catene Marks & Spencer, McDonald’s, Boots, Spar, Waitrose, Costa Coffee, Pret a Manger, Starbucks e la catena H&M; la compagnia aerea British Airways, Addison Lee, Hailo ed EasyJet.

Apple Pay è supportato dalle tre principali carte di credito: American Express, Visa e Master card.

Presto non avremo più bisogno di portare contanti o carte in giro e il nostro smartphone si trasformerà in un portafoglio mobile. Ma quanto ne sai del mondo dei pagamenti “mobili”? Mettiti alla prova con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore