Apple Pay sbarca in Europa, al via nel Regno Unito

E-paymentMarketing
Apple Pay sbarca in Europa, al via gli m-payments (pagamenti mobili) nel Regno Unito
1 0 Non ci sono commenti

Apple espande il servizio Apple Pay in Uk, prima dello sbarco in Cina e Sud Corea. I vantaggi di Apple Pay

Apple Pay mette radici in Europa, dove il sistema di m-payment di Cupertino è al debutto nel Regno Unito. Non deve stupire che Apple Pay sbarchi in Gran Bretagna, un Paese dove il cashless ha già superato i pagamenti tradizionali, con il 52% dei pagamenti avvenuti in carte di credito e debito, transazioni internet e CHAPS, m-payments.

Gli inglesi potranno acquistare con il sistema di pagamento Tap-and-go o contactless, biglietti della metro (London Underground), bevute nei bar, pagare in molti negozi e in agenzie di viaggio.

Basterà toccare il bottone dell’impronta ditale sullo smartphone o un doppio tap sullo smartwatch, per effettuare il pagamento in mobilità.

Apple Pay sbarca in Europa, al via gli m-payments (pagamenti mobili) nel Regno Unito
Apple Pay sbarca in Europa, al via gli m-payments (pagamenti mobili) nel Regno Unito

Apple Pay debutta in UK, con otto banche già pronte, fra cui NatWest, Royal Bank of Scotland, Banco Santander ed altre come Barclays e Lloyds (invece HSBC a luglio) che si aggiungeranno in autunno: il sistema funzionerà anche sul sistema di trasporto pubblico di Londra.

Supportano Apple Pay, fra gli altri: Marks & Spencer, McDonald’s, Boots, Spar, Waitrose, Costa Coffee, Pret a Manger, Starbucks e la catena H&M; la compagnia aerea British Airways, Addison Lee, Hailo ed EasyJet.

Il rivale Samsung Pay debutterà in Europa entro fine anno, grazie a un accordo con Oberthur Tecnhologies. Il sistema di pagamento contactless del vendor sud-coreano non ha bisogno di lettori dotati di chip NFC, ma funziona anche con i lettori presenti in quasi tutte le attività commerciali. Samsung per Galaxy S6 e S6 Edge sono comunque dotati di un chip NFC detto Pearl.

Secondo il Financial Times, Apple ha condotto trattative dure con le banche: negli USA si stima che Apple guadagni 15 centesimi ogni 100 dollari di valore di transazione, mentre in UK deve accontentarsi di pochi penny ogni 100 sterline.

Forrester Research saluta con favore uil supporto degli istituti bancari ad Apple, perché Apple Pay porta in dote cose che le banche non sono in grado di mettere a punto. Tuttavia Apple Pay deve ancora convincere e conquistare menti e cuori dei suoi fedeli utenti mobili. Ma adesso il servizio del Ceo Tim Cooks funziona con le carte fedeltà dei negozi ed è più versatile.

I prossimi lanci di Apple Pay sono previsti, secondo Reuters, in Cina, Sud Corea e Canada, ma mancano ancora conferme ufficiali.

I possessori di iPhone 5, 5S e 5C non potranno utilizzare Apple Pay anche se il loro modello di smartphone è appaiato con Apple Watch e il servizio funzionerà solo coi pagamenti contactless non in-app o transazioni online.

Cosa sapete dei pagamenti mobili? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore