Apple prepara per il 2020 il suo caschetto per la realtà aumentata

MobilityWorkspace

Per il 2020 è previsto il probabile lancio di un nuovo headset Apple per la realtà aumentata basato su ARKit, ma la roadmap potrebbe essere in accelerazione

Fonti autorevoli riportano che Apple starebbe lavorando alla proposta di un headset per la realtà aumentata il cui lancio sarebbe programmato per il 2020.

Il kit si baserebbe ovviamente su ARKit con realizzazioni tangibili già su iPhone X nella presentazione WWDC 2017 . Tra le differenze della proposta di Apple rispetto a quelle dei competitor ci sarebbe la possibilità di non dovere utilizzare lo smartphone all’interno del “caschetto” che sarebbe fornito di sistema display proprio con propria cpu e proprio sistema operativo.

In ambito AR Apple ha acquisito a giugno 2017 SensoMotoric, ma già nel 2013 con l’acquisizione di WiFiSlam si è mossa nell’ambito dei brevetti per la perfetta geolocalizzazione indoor, indispensabile per i nuovi prototipi, e sono state le recenti affermazioni di Tim Cook sull’impatto di queste tecnologie paragonabili a quelle che ha avuto lo smartphone, a scatenare una ridda di ipotesi.

Tim Cook (Apple): Non c'è ragione del panico a Wall Street
Tim Cook – La realtà aumentata rivoluzionaria come e più degli smartphone

Cook da tempo ha manifestato molta più fiducia verso la Realtà Aumentata rispetto a quella nutrita per la Realtà Virtuale proprio perché la prima (AR) si basa sull’interazione con un mondo fisico che è già a disposizione, anziché su un mondo che in qualche modo deve essere interamente ricreato.

La gente poi inizia a parlarne e non si esclude che Apple in base alle mosse dei competitor sul mercato potrebbe anche rivedere la propria roadmap. 

Secondo Bloomberg Apple avrebbe iniziato a mettere insieme una squadra dedicata a questo progetto due anni fa, il team sarebbe guidato da Mike Rockwell, già responsabile dei Dolby Labs. Ora starebbero lavorando al progetto (nome in codice T288) diverse centinaia di ingegneri, in più squadre tra Cupertino e Sunnyvale. ARKit sarebbe già uno dei primi risultati di questo lavoro.

La piattaforma consente agli sviluppatori di terze parti di creare applicazioni AR per i più recenti iPhone e per gli iPad, in successione si dovrebbe arrivare allo sviluppo di un headset con display incorporato e video 3D, ma sempre secondo Bloomberg Apple starebbe progettando un proprio chip e il nome del nuovo sistema operativo sarebbe “rOS”, sempre basato su iOS, con un criterio simile a quello utilizzato per tvOS (Apple TV) e watchOS (per Apple Watch).

L’headset consentirebbe il controllo sia con sistemi touch, sia sfruttando Siri, sia con i movimenti della testa. Il testing attuale si starebbe svolgendo su HTC Vive perché Apple non ha mai sviluppato prototipi in questo ambito.  

Per saperne di più: Le risorse ufficiali Apple su ARKit