Apple riconferma Google e (per ora) non passa a Bing

AziendeMarketing
Eric Schmidt di Google: I robot spopoleranno ovunque

Google e Apple estendono l’accordo: Google rimane il motore di ricerca per il browser Safari su iPhone e iPad. Ma il Ceo di Google, Eric Schmidt, considera Bing una “minaccia”

Apple sceglie ancora Google e non Bing come motore di default su Safari per iPhone e iPad. Con la riconferma dell‘accordo fra Apple e Google, abbiamo scoperto che il motore di ricerca di Mountain View considera Bing la vera minaccia al business di Google, ben più di Facebook ed Apple. “So – ha detto il Ceo di Google Eric Schmidt intervistato al Wall Street Journal che i motori di ricerca non sono l’unica cosa in ballo, ma la ricerca di informazioni è quello che veramente conta“.

E in effetti Google Android ha già superato il sistema operativo iOs di iPhone nel mercato smartphone. E, se è vero che Facebook per la seconda volta ha sorpassato il traffico di Google, è altrettanto evidente che Google Me è in cantiere e il motore di ricerca ha tante altre carte da giocare per recuperare contro il social network.

Cosa preoccupa dunque Google? La crescita di Bing, che ha “cannibalizzato” e superato Yahoo! in pochi mesi, dimostra che il motore di ricerca di Microsoft è in grande spolvero. E poi tutti sanno una cosa: Microsoft dà il meglio di sé quando è costretta dalla concorrenza a mostrare le unghie e a rincorrere i rivali. Con Bing Microsoft sta sviluppando un’alternativa a Google (ma anche con Internet Explorer 9, ora in beta, sfida Chrome; con Window Phone 7 lancia il guanto ad Android; e perfino con Kinect, Microsoft è pronta alla riscossa in diversi mercati). Dunque, la riconferma dell’accordo fra Google e Apple, significa una cosa: niente Bing su Safari. Per la ricerca online di Google una buona notizia, in una Net economy sempre più aggressiva e competitiva.
Negli Usa Bing è cresciuto anno su anno del 51%: a luglio 2009 era appena del 9%, ad agosto 2010 al 13,9%. Lo riporta Nielsen: mentre Bing saliva dal 13.6% di luglio 13.9%, Yahoo! calava dal 14.6% al 13.1%; invece Google cresceva leggermente dal 64.2% di luglio al 65% di agosto.

Aver sbarrato la strada a Bing come motore di default su iPhone e iPad, grazie all’estensione dell’accordo, è dunque un passo importante per Google. Il rapporto fra Apple e la BigG rimane però un rapporto di rivalità: Android ha superato iOS (il sistema operativo di iPhone); Google sta lavorando a un tablet gPad (mentre Android è il sistema operativo anche di tanti tablet, come Samsung Galaxy Tab); il 12 ottobre uscirà negli Usa Sony Google Tv e sfiderà Apple Tv; Google Chrome Web Store, affiancato ad Android Market , sta per contrastare App Store.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore