Apple ridisegna MacBook e MacBook Pro

LaptopMobility

Steve Jobs presenta i nuovi notebook di Apple in alluminio, con chip grafici Nvidia e processori Intel, e a prezzi ridotti sotto i mille dollari. Nuovo il Cinema Display da 24 pollici. Apple ammette: a far lievitare le vedite dei Mac, è stato il flop di Vista

Apple lancia due nuovi MacBook e MacBook Pro, più sottili e arrotondati e più resistenti, e non dà il benservito a Intel, anche se sposa i chip grafici Nvidia. I nuovi notibook di Apple sono costruiti con l’approccio unibody e tecnica Brick, ricavati dai blocchi di alluminio e con trackpad multi-touch in vetro, più grande del 40%: la nuova linea è metallica, con chip grafici Nvidia e processori Intel, grafica 3D e display retroilluminati a led e tastiera simile a quella del MacBook Air. Apple ha anche tagliato i prezzi: il classoco MacBook costa 999 dollari, sotto la soglia dei mille dollari, mentre la nuova gamma in alluminio costa a partire da 1299 dollari.

Apple ammette che a spingere le vendite dei Mac è stato il flop di Windows Vista, tanto che ogni giorno passano 400mila potenziali clienti nei 250 Apple Store, e Apple cresce a ritmo doppio del mercato e detiene un quinto del market share statunitense.

Lo schermo è lucido, con cornice nera e rifinito in vetro, ma la novità principale è la retrollimuninazione a Led in funzione anti riflesso. Il nuovo trackpad è molto più comodo e fluido.

I modelli di MacBook da 1,299 dollari sono dotati di chip Intel Core 2 Duo da 2.0GHz, mentre il modello da 1,599 dollari ha chip Core 2 Duo da 2.4GHz come quello da 1,499 dollari: però con frontside bus da 1066MH z .

La novità è che sui MacBook Pro Apple sposa i c hip grafici Nvidia, passando dai chipset Intel GM965 e integrati GMA X3100 ai chipset Nvidia e integrati GeForce 9400M, che secondo Steve Jobs sono cinque volte più veloci dei vecchi Intel.

L’offerta hard drive spazia dai 160GB sul modello di fascia bassa ai 250GB sul modello di fascia più alta. Ma il nuovo upgrade permetterà anche di aggiungere drive da 320GB con 100 cento dollari in più e solid-state drive da 128GB per 600 dollari di differenza.

Apple lancia anche un nuovo monitor, il Cinema Display da 24 pollici, dal prezzo di 899 dollari, somigliante agli iMac con una facciata nera lucida e un retro silver, con connettore a tre derivazioni: una al MagSafe, una all’USB e una alla porta Mini-Display.

Infine MacBook Air si aggiornerà a gennaio con grafica quattro volte più veloce, grazie alla Nvidia 9400m, HDD da 120 GB e SSD da 128GB.

Leggi Gizmodo: Prime impressioni (e immagini) sul nuovo MacBook Pro

Prime impressioni (e immagini) sul nuovo MacBook

Il punto sul Cinema Display da 24 pollici: caro, ma bellissimo

MacBook Air: grafica 4 volte più veloce, HDD da 120 GB e SSD da 128GB

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore