Apple sarebbe pronta per i pagamenti mobili

AziendeMarketing
Solida trimestrale di Apple, aspettando iPhone 6
1 0 1 commento

Apple potrebbe entrare in diretta competizione con Stripe e PayPal di eBay, permettendo a chi ha un account di iTunes di sfruttarlo per pagare una corsa in taxi o comprare vestiti. iWatch potrebbe avere sensori per il monitoraggio della salute

Apple potrebbe fare sul serio nell’m-payment, il business dei pagamenti mobili. Il colosso di Cupertino sarebbe intenzionato ad assumere due nuovi senior executive del settore, secondo Re/Code. Già l’anno scorso Piper Jaffray prevedeva che Apple avrebbe adottato NFC o una tecnologia differente per trasformare l‘iPhone 6 in un portafoglio digitale, grazie ai 500 milioni di account su iTune nel 2013, in crescita del 60% rispetto all’anno precedente; PayPal contava circa 120 milioni di account con un incremento del 15%. Secondo Cnet, Apple potrebbe esplorare oltre il reame digitale, permettendo agli utenti di pagare per beni e  servizi fisici, non più solo apps o musica o film, come acquistare vestiti o pagare una corsa in taxi, sfruttando l’account su iTunes. Apple potrebbe entrare in diretta competizione con Stripe e PayPal di eBay. Re/code ritiene che non sia improbabile una partnership con PayPal. Juniper Research ritiene che un cellulare su cinque sarà dotato di un chip NFC entro il 2014, per raggiungere i 300 milioni di smartphone NFC entro il 2014.

Apple sarebbe pronta per i pagamenti mobile
Apple sarebbe pronta per i pagamenti mobile

Intanto si moltiplicano i rumors su iWatch: Apple potrebbe lanciare lo smartwatch a un prezzo di circa 250 dollari, siglando partnership con operatori telefonici ed assicurazioni sanitarie statunitensi. Mentre Nike dà l’addio alla Wearable tech, abbandonando il business di FuelBand, Apple sarebbe sempre più intenzionata a lanciare iWatch con funzioni di monitoraggio della salute come sensori per il glucosio e di esposimetri per i raggi UV. Apple potrebbe vendere 18 milioni di smartwatch entro fine 2015. L’iWatch sembra confermato entro fine anno, dopo che è spuntata la scritta “watch” in iOS8. Per iPhone 6, si parla di due modelli da 4,7 pollici e il controverso modello phablet da 5,5 pollici.

Gli utenti che in Italia nel 2011 hanno effettuato almeno un pagamento in mobilità sono 23 milioni (il 76% degli italiani tra i 18 e i 54 anni), per un valore complessivo di 700 milioni di euro, di cui oltre 500 milioni riguardanti l’acquisto di contenuti digitali. Ma, secondo il Politecnico di Milano, le transazioni via Mobile Payment nel 2015 sono previste a quota 14 miliardi di euro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore