Apple: si indaga su transizioni irregolari

Autorità e normativeNormativa

In alcuni casi Steve Jobs era a conoscenza delle opzioni manipolate e ha
chiesto scusa agli azionisti e ai dipendenti

Secondo il Wall Street Journal, alcuni investigatori che indagano sulle finanze di Apple hanno trovato 15 casi di opzioni indebitamente postdatate e hanno sollevato seri dubbi sulla condotta dei due precedenti dirigenti di Apple. Il Presidente Steve Jobs e il suo attuale staff di dirigenti sono stati considerati non coinvolti negli illeciti dall’indagine interna. Ma gli investigatori hanno scoperto che in alcuni casi Jobs era a conoscenza delle opzioni manipolate. Jobs ha chiesto scusa per questi problemi davanti agli azionisti e agli impiegati di Apple che ha incontrato. Ha detto che non sono cose nel carattere dell’azienda. Apple ha dichiarato che le opzioni irregolari ammontavano al 6% del totale di quelle concesse dalla società tra il 1997 e il 200 2. L’articolo non faceva i nomi delle persone davvero responsabili della postdatazione, sebbene abbia riportato che il direttore Fred Anderson, che era responsabile finanziario al tempo degli illeciti, ha dato le dimissioni dal consiglio di Apple. Il Wall Street Journal dice che i federali hanno iniziato ad investigare e gli avvocati assunti da Apple hanno incontrato ieri l’accusa e i controllori della sicurezza. Altre informazioni le trovate qui (a pagamento).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore