Apple sui banchi di scuola

Aziende
Apple lancia iBooks 2, iTunes Ue e iBooks Author

Apple ha introdotto un nuovo servizio per rendere digitali i libri di testo scolastici disponibili su iPad e promuovere l’ingresso del suo tablet nelle scuole. Apple ha lanciato la sezione Textbooks sul rinnovato iBooks 2, oltre all’applicazione iTunes U (disponibile in 123 paesi) e a iBooks Author per i libri fai-da-te. Il servizio iBooks 2 aiuterà a realizzare libri di testo più interattivi con video, animazione e funzionalità di ricerca. Apple ha annunciato accordi con  Pearson, McGraw Hill, Houghton Mifflin Harcourt, che detengono il 90% del mercato dei libri scolastici e accademici. Il mercato dei libri di testo cartacei vale 8-10 miliardi di dollari

iBooks 2 rende più facile l’organizzazione di appunti e segnalibri

Apple ritiene che sia giunta l’ora di svecchiare il sistema educativo statunitense, oggi troppo centrato sui libri di testo: grossi, pesanti, non aggiornabili e privi di interattività. Apple ha introdotto un servizio per rendere digitali le versioni dei testi scolastici disponibili su iPad. iBooks 2 apre la sezione textbook, che aiuterà a pubblicare in digitale libri di testo più interattivi con video, animazione e funzionalità di ricerca. Riporta Gizmodo: “I libri sono belli, usano video, timeline, animazioni, includono presentazioni, integrano domande di ripasso e quiz e il sistema basato sulle card e sui testi evidenziati è davvero buono”.

I nuovi libri di testo presentano grafici interattivi e video integrati, navigazione per thumbnail (indice visivo), glossario personalizzato, quiz e domande di ripasso, schede di studio. Apple sta lavorando con le case editrici Pearson, McGraw-Hill, Houghton Mifflin Harcourt, DK Ppublishing, mentre E.O Wilson Biodiversity Foundation, ha messo a disposizione gratis il primo capitolo di Life on Earth (Vita sulla Terra).

Apple ha anche presentato iTunes U e iBooks Author. iBooks Author è l’applicazione gratuita per Mac Os X (versione Lion) per realizzare libri dal look professionale. Il software, che supporta Javascript e HTML5 permette a chiunque, e non solo alle grandi case editrici, di realizzare e-book: testi iBook compatibili con iBooks 2, con grafici e video.

L’altra grande novità è l’apertura a 123 paesoi di iTunes U, che permette agli studenti di assistere a interi corsi dal loro tablet. Via iTunes U, gli insegnanti possono mandare in streaming le loro lezioni ai loro studenti, lezioni che verranno poi messe in download. I professori possono pubblicare i compiti, porre domande a cui rispondere e inviare messaggi importanti. L’hanno già adottato Duke, Stanford, Yale, MIT, The Open University e HACC.

Apple lancia iBooks 2, iTunes Ue e iBooks Author

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore