Apple svela due iPhone: iPhone 6 e iPhone 6 Plus

AziendeMarketing
Apple iPhone 6 e 6 Plus sono ipersottili
2 0 2 commenti

iPhone 6 e iPhone 6 Plus sono i nuovi smartphone di Apple. Il primo da 4.7 pollici, il secondo un phablet da 5.5 pollici. iPhone 6 conta più di 1 milione pixel, mentre iPhone 6 Plus vanta più di 2 milioni di pixel

Il CEO Tim Cook, 53 anni, dal 1998 in Apple, è sul palco e annuncia la maggior evoluzione di iPhone degli ultimi tempi: due iPhone in due dimensioni, iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Con portafoglio elettronico per i pagamenti mobili via Apple Pay e NFC. Il primo vanta uno schermo da 4.7 pollici con risoluzione da 1334X750 pixel pari a 326ppi, mentre iPhone 6 Plus ha schermo da 5.5 pollici.  iPhone 6 Plus è un phablet con schermo da 1920X1080 pixel ovvero 401 ppi. iPhone 6 ha più di 1 milione pixel, mentre iPhone 6 Plus conta più di 2 milioni di pixel. Entrambi sono più sottili di ogni iPhone precedente: 6.9mm l’iPhone 6 (il 5S era spesso 7.6 mm) e 7.1 mm il nuovo iPhone 6 Plus.

L’autonomia della batteria dei nuovi smartphone di Apple è stata migliorata: 24 ore di conversazione in 3G su iPhone 6 Plus contro i 10 del 5S; 14 ore su iPhone 6. iPhone 6 offre 11 ore di video, navigazione wifi; iPhone 6 Plus, 14 ore di playback video HD.

I nuovi telefonini sfruttano LTE – VoLTE (voice over LTE) per offrire miglior suono e più efficiente trasmissione dati. Corre a 150 Mbps.

Nuovo è anche il chip Apple A8, un processore realizzato a 20nm: è il 13% più piccolo di A7, ma la CPU è il 25% più veloce (50 volte l’originario iPhone) e la grafica il 50% più rapida (84 volte l’originario iPhone) ).

Altre specifiche: il nuovo sensore Barometro: anche Nike sta lavorando alla nuova versione di Nike Plus app. Il nuovo iPhone supporta Wifi. 802.11ac, tre volte più veloce della precedente.

iPhone 6 ha fotocamera iSight da 8 Megapixel, con sensori rinnovati e True Tone flash, già presente in 5S, in grado di cambiare colore in maniera dinamica per gestire le condizioni di illuminazione. L’autofocus è usato dalle Reflex di fascia alta, ed è il doppio più performante del precedente modello di iPhone. La videocamera è in grado di catturare video in tecnologia Slo-motion fino a 240 frame per secondo, il doppio rispetto a prima.

La nuova FaceTime HD scatta singoli scatti in HDR.

Il nuovo TouchID non solo permette di sbloccare con l’impronta digitale (tecnologia biometrica) il proprio iPhone, ma consente anche di fare shopping Tunes, e permette l’accesso alle apps su terze parti.

Apple svela iPhone 6 e iPhone 6 Plus
Apple svela iPhone 6 e iPhone 6 Plus

L’evento Apple di questa sera ha un che di storico, come successe nel 2007 per il debutto del primo iPhone, nel 2008 per l’arrivo di iPhone 3G con App Store, un’aura magica in seguito rivissuta con il lancio di iPhone 4 e poi con la presentazione del primo iPad. Erano i tempi – ancora – di sTeve Jobs, il co-fondatore con il tocco di Re Mida dell’industria hi-tech. Con il nuovo corso del Ceo Tim Cook, Apple funziona sempre come un orologio svizzero – lo confermano i numeri di iPhone -, ma un po’ in affanno, con il market share in calo (mentre le tigri cinesi come Lenovo, Huawei e Xiaomi scalpitano): pur rimanendo l’azienda con il maggior valore di capitalizzazione in Borsa e con una solida pipeline, il colosso di Cupertino, pur con la trimestrale dai conti record, sembrava essere entrata nella fase della routine, del tran-tran digitale, una fase quasi burocratica, come se avesse perso il tocco magico dei tempi d’oro. Questa sera Apple torna a sorprendere, anche se da azienda all’avanguardia, si è trasformata in un’impresa Follower: succede con i nuovi prodotti della gamma Mobile, e con i nuovi servizi presenti su iOs 8, la nuova versione della piattaforma mobile di Apple.

Apple copnta 800 milioni di account su iTunes: sono utenti che acquistano libri, musica e apps, ora pronti a innovare i propri acquisti nel mondo reale coi pagamenti mobili, i micro-pagamenti wireless, m-payment alòla portata di un click sull’iPhone 6.

Quando Apple lanciò il primo iPhone nel 2007, lo smartphone generava 24,6 miliardi di dollari di fatturato. Nel 2014 lo smartphone di Apple dovrebbe confermarsi un business da 180,2 miliardi di dollari. Apple, la più grande azienda quotata in Borsa per valore di capitalizzazione di mercato, ha un titolo in crescita del 28% nell’anno in corso.

Il mercato dei pagamenti mobili passerà dai 12.8 miliardi di dollari nel 2012 ai 90 miliardi di dollari nel 2017, secondo Forrester Research. Apple entra nel mercato dei pagamenti mobili con Apple Pay, sfrutttando la tecnologia NFC (near-field communication). Il  sistema Apple Pay, che si basa sul Touch ID, è semplice: è sufficiente mettere il telefono vicino ad uno scanner, toccare il TouchID e il pagamento è fatto. Eddy Cue ha spiegato che il nuovo iPhone ha la tecnologia NFC ma anche un nuovo chip chiamato Secure Element che cripta le informazioni e aiuta a tenere le carte di credito in Passbook.

Apple iPhone 6 e 6 Plus sono ipersottili
Apple iPhone 6 e 6 Plus sono ipersottili

Negli USA il business delle carte di credito e debito è un business che vale, ogni giorno, 12 miliardi di dollari, per un giro d’affari pari a 4 trilioni all’anno. Solo negli Stati Uniti.

Il titolo di Apple ha sfondato quota 100.22 dollari per azione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore