Apple sviluppa in casa i display con tecnologia MicroLED

ComponentiMobilityWorkspace

Per la prima volta Apple ha portato “in casa” lo sviluppo della tecnologia MicroLED per i display destinati ad equipaggiare i device del futuro. Si partirà con gli Apple Watch. I tempi per iPhone saranno più lunghi

Per la prima volta Apple starebbe sviluppando in casa propria le tecnologie per i display del futuro, senza guardare per farlo a est, a Samsung, Sharp, Lg. la fonte è Bloomberg e Apple lo starebbe facendo con un investimento finanziario enorme in uno stabilimento segreto in California.

Vi starebbero infatti lavorando oltre trecento ingegneri, non solo, lo stabilimento potrebbe diventare fucina per la sperimentazione di nuove tecnologie, oltre quella dei display MicroLED.  

Un’operazione che così presentata di sicuro potrebbe far piacere al Presidente Trump, considerato come i dati IDC riportino che per il 96 percento la produzione di tutti gli schermi Oled al mondo faccia capo a Samsung.

Secondo la fonte il primo device che verrebbe in futuro proposto sfruttando la tecnologia MicroLED sarebbe Apple Watch, su cui quindi, con il codice segreto T159 approderebbe il display MicroLED. Responsabile del progetto sarebbe proprio Lynn Youngs, già responsabile delle forniture dei display per iPhone e iPad.

La tecnologia MicroLED

Ovviamente Apple non rilascia dichiarazioni al riguardo, ma la nuova avventura tecnologica non porterebbe evidenti vantaggi solo ad Apple, ma anche gli utenti che potrebbero utilizzare nuovi device, più sottili, con una luminosità più elevata, con un consumo ancora minore di energia, rispetto ai display Oled utilizzati oggi.

Tempi lunghi invece ci sarebbero prima di vedere la tecnologia MicroLed by Apple applicata agl iPhone (tra i tre e i cinque anni). Non è un caso se già un anno fa sembrava che i progetti MicroLed fossero destinati all’interruzione. Si tratta infatti di schermi difficili da produrre, ma sembra anche che gli ingegneri abbiano superato i problemi più importanti e ora sia solo questione di tempo.

La strategia di Apple ovviamente non è volta a portare internamente la produzione complessiva dei display, ma di sicuro al controllo sulla produzione con brevetti proprietari.   

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore