Appliance e servizi per la security

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

A tu per tu con Domenico Dominoni, country manager per l’Italia di Ironport

NN. Una gestione efficace dei dati e delle applicazioni comprende anche la protezione della rete aziendale dalla intrusione di tutto quel software indesiderato, se non nocivo, che va sotto il nome di malware: virus di ogni tipo, spamming, spyware. Dal punto di osservazione privilegiato della sua società come è cambiato il panorama delle minacce nel corso di quest’anno. L’Italia presenta delle particolarità di rilievo rispetto al panorama generale? Qual è la soluzione o il prodotto che la vostra azienda propone al mercato in questo ambito?

Il crescente impatto della posta elettronica, quale strumento di comunicazione privilegiato utilizzato dagli utenti, ha condotto nel corso degli anni ad un inevitabile e conseguente aumento di azioni illegali. Nel 2005, uno studio del Governo Federale Americano ha paragonato il traffico prodotto dal crimine in rete organizzato al commercio illecito di stupefacenti. Infatti, i profitti generati da queste organizzazioni illecite provocano alle aziende perdite di miliardi di dollari ogni anno sia in termini di costi tangibili legati al ripristino delle infrastrutture aziendali danneggiate sia in termini di costi intangibili legati alla perdita di tempo, risorse e informazioni critiche. Benché molte aziende abbiano adottato soluzioni per la protezione delle proprie reti, soprattutto in Italia, il management aziendale ha ancora scarsa consapevolezza dei danni che un attacco informatico può causare e in quali forme esso si può presentare. Infatti, le tattiche usate dalle associazioni illecite per aggirare i sistemi di protezione delle reti si sono nel corso degli anni sempre più sviluppate, perfezionate e diversificate, confluendo tutte sotto il termine generico di malware. Da qualche mese, anche l’Italia è entrata nella classifica dei primi dieci paesi per livelli di spam e phishing registrati, i cui tassi di crescita sono del 15% al mese e raddoppiano di anno in anno. Per contrastare la minaccia del malware le aziende dovrebbero dotarsi di soluzioni scalabili, efficaci e performanti per la protezione delle proprie reti. Punto di forza di Ironport, oltre quello di fornire un’appliance per la difesa della posta elettronica modulare, integrata e completa, è quello di poter disporre di Senderbase, un sistema di monitoraggio del traffico di rete. SenderBase controlla più del 25% dei messaggi di posta elettronica trasmessi quotidianamente da tutte le organizzazioni mondiali, permettendo di aggiornare ogni 2-3 minuti le appliance di security. I dati collezionati in quattro anni attraverso l’analisi di 110 parametri per ciascun messaggio di posta elettronica consentono ad Ironport di offrire il più valido sistema di sicurezza basato sulla reputazione esistente in commercio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore