Appuntamenti…pericolosi

Management

Mettere alla berlina, on-line, i propri spasimanti

Si chiama Don’t Date Him la comunità virtuale o il portale, se volete, fondato da Tasha Joseph, una ex giornalista di Miami. La community si propone come “una risorsa per dar voce alle donne tradite dai propri uomini” e consente al gentil sesso di mettere alla berlina spasimanti poco seri al fine di mettere in guardia altre donne da tali corteggiatori. In pochi giorni il sito si è riempito di profili di farfalloni con tanto di foto e numero di telefono. Una sorta di bacheca dello sceriffo dei nostri tempi con la differenza che il malcapitato poteva ‘anche’ dire la sua. Va detto che non esiste nessuna tutela della veridicità dei comunicati postati sul sito e che, come accadeva ai tempi di Manzoni, basta davvero poco per gridare all’untore di turno. Todd Hollis, un giovane avvocato di Philadelfia finito nella bacheca degli infami, ha denunciato per diffamazione la Joseph, il suo editore e molte ragazze che hanno scritto sul suo conto. Gli sviluppi saranno interessanti per comprendere i limiti della libertà di parola nella Rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore