Apre Digital Venice Week, fari accesi sull’Agenda Digitale

Autorità e normativeAziendeCloudMarketingMercati e Finanza
A Digital Venice Week, serve un mercato unico digitale nella UE
2 0 2 commenti

Oggi l presidente del Consiglio Matteo Renzi inaugura Digital Venice Week, appuntamento del semestre europeo. Focus sull’Agenda Digitale, pmi e turismo

Digital Venice Week apre i battenti nel capoluogo veneto. Venezia, dall’8 al 12 luglio, diventa capitale dell’economia digitale, l’agorà in cui verranno discussi i temi delle startup e i nuovi modelli formativi, ma grande enfasi verrà data al turismo digitale. Il mondo della politica e dell’industria europeo, insieme ai responsabili di Google e Facebook, si riuniscono a Venezia per mettere a punto la “Carta di Venezia“, un memorandum dedicato alle strategie sulle politiche digitali in Europa.

Nel quadro delle iniziative, l’evento #RestartEurope è stato organizzato da Microsoft: convergono a Venezia 161 giovani talenti divisi in cinque tavoli di lavoro. Un tavolo è orientato al tema Digital Cities, per trasformare la città in  laboratorio di innovazione, auspicando la nascita di una piattaforma comune per la condivisione delle migliori pratiche a livello europeo, ma anche per la gestione delle emergenze attraverso l’utilizzo degli open data. “In Microsoft crediamo fortemente nel potere del digitale per aiutare le persone e le organizzazioni ad esprimere il proprio potenziale, ad ‘essere di più’ e a fare ‘di più’. Siamo certi che gli innovatori provenienti da 24 Paesi, abbiano sviluppato raccomandazioni strategiche per far evolvere l’Agenda Digitale Europea. Soprattutto, crediamo molto nello spirito di collaborazione e nella grande motivazione che hanno animato il nostro evento”, ha commentato Carlo Purassanta, Ad di Microsoft Italia.

Domani 9 luglio sarà il giorno degli eSkills for Growth, una giornata di lavori per favorire lo sviluppo dell’imprenditorialità e delle competenze digitali, in un’Italia dove scarseggiano gli skill professionali più adeguati all’evoluzione dell’IT, mentre in Europa risultano disponibili circa 449 mila posizioni nel 2014 e si prevede che nel 2020 le richieste di professionalità digitale saranno tra 730 mila e 1,35 milioni (fonte: Empirica 2013). All’evento eSkills for Growth saranno presentate buone pratiche realizzate da realtà italiane, utili alla crescita delle competenze digitali dei cittadini, delle imprese, delle PA, dei professionisti e delle associazioni. L’iniziativa va ad affiancarsi ad altre due della Comunità europea “eSkills for Jobs 2014″ e “Watify – Stimulating Digital Entrepreneurship”, coordinati in Italia da ANITEC nel progetto “eSkills for Jobs 2014”.

Apre digital Venice Week, focus su agenda e turismo digitale
Apre digital Venice Week, focus su agenda e turismo digitale

Grande attenzione verrà data al tema del turismo digitale. In Italia solo il 30,1% delle attività ricettive (alberghi, b&b eccetera) dispone di una piattaforma per ordinare su Internet; appena il 46,7% fa e-commerce e vende in Rete; i pernottamenti venduti online si fermano a un misero 12,5%. Nell’anno d’oro del turismo mondiale (1,087 miliardi di turisti, 52 milioni in più rispetto al 2012, il quadruplo rispetto al 1980 – UnWto- World Tourism barometer), l’Italia ha perso il 4.6% di turisti (4,3 miliardi di euro persi dal turismo straniero nel 2012 rispetto al 2006 – Wttc), proprio per i ritardi nel digitale. Speriamo che la Digital Venice Week accenda i fari sulle potenzialità e le best practices dell’economia digitale, per riportare il segno più nel PIL. L’economia digitale può dare una mano allo svecchiamento delle istituzioni culturali e promuovere una concezione “aperta e diffusa” del patrimonio artistico costituito da oltre 6000 musei e siti culturali, la più grande risorsa del Paese.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore